In Cina nuova forte scossa di assestamento

La terra in Cina continua a tremare. A quasi quattro giorni dal terremoto che ha ucciso 50 mila persone questa mattina c’è stata una forte scossa di assestamento, la ventesima, di 5.9
gradi della scala Richter nella contea di Lixian.

Intanto continua la ricerca dei dispersi. Uno studente è stato estratto vivo dalle macerie della scuola dove era rimasto sepolto per 80 ore. Le autorità cinesi hanno annunciato
l’apertura di un’inchiesta sul crollo degli edifici scolastici. Il presidente cinese Hu Jintao, che ha raggiunto il premier Wen Jiabao nel Sichuan per visitare le zone terremotate, ha inviato i
soccorritori «moltiplicare gli sforzi» per salvare il maggior numero di vite umane possibile.

Leggi Anche
Scrivi un commento