Olio, IFE Londra: Bilancio progetto qualità europea Ue – Mipaaf – Unaprol nel Regno Unito

Olio, IFE Londra: Bilancio progetto qualità europea Ue – Mipaaf – Unaprol nel Regno Unito

Roma – Volge al termine nel Regno Unito il programma triennale della campagna di promozione e informazione del consumo consapevole dell’olio extra vergine di oliva. Il progetto realizzato da Unione Europea, ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e Unaprol fa tappa in questi giorni
all’IFE di Londra, fiera specializzata per rivenditori al dettaglio, distributori e produttori di alimenti e bevande.

La collettiva organizzate da Unaprol, in un’area di oltre 150 metri quadrati, presenta la migliore offerta dell’olio extra vergine di oliva di alta qualità europea delle aziende e
filiere che aderiscono al programma di tracciabilità europea. Questa partecipazione a Londra rappresenta la penultima tappa prima delle azioni promozionali presso i punti vendita nel
Regno Unito che saranno realizzate nel prossimo mese di giugno.

Il progetto ha interessato per tre anni anche Francia e Germania ed ha avuto come obiettivo principale l’incremento del consumo di olio di oliva extra vergine di oliva cercando di fidelizzare
verso il prodotto le fasce più giovani dei consumatori. Per questo sono state realizzate azioni di sensibilizzazione e informazione verso responsabili degli acquisti, gastronomi, cuochi,
ristoratori, giornalisti e stampa medica specializzata; partecipazione a fiere, workshop e incontri BtoB. Tre milioni di euro circa l’investimento complessivo finanziato al 50 per cento con
fondi Ue, per il 20 per cento dal Mipaaf e per il 30 per cento con le risorse proprie di Unaprol – consorzio olivicolo italiano.

Il punto sulla situazione delle attività del progetto nel Regno Unito e le anticipazioni sulle future iniziative prima della chiusura delle attività sarà fatto a Londra nel
corso di una conferenza stampa. Dalle prime anticipazioni emerge che i consumatori britannici consumano oggi solo 0,52 Kg di olio extra vergine di oliva. La domanda del prodotto di
qualità è in aumento e il mercato britannico rappresenta una grande opportunità per le imprese olivicole che hanno fatto la scelta dell’alta qualità garantita dai
programmi di tracciabilità europea.

www.unaprol.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento