FREE REAL TIME DAILY NEWS

Ogm, Legambiente: L’Italia si opponga in modo deciso alla loro introduzione in Europa

By Redazione

 

“Le notizie odierne della stampa francese non mettono in discussione la nostra richiesta alle autorità competenti nazionali di assumere un ruolo di decisa opposizione alle
proposte di introdurre nei campi due nuove colture transgeniche (mais Bt11 e 1507) e revocare la moratoria di Francia e Grecia sul mais Mon810 da parte della Commissione Europea”.

Così Francesco Ferrante, responsabile agricoltura di Legambiente ha commentato le informazioni pubblicate dal quotidiano “Le Figaro” secondo cui l’Afssa, agenzia
francese per la sicurezza alimentare avrebbe stabilito che il mais geneticamente modificato prodotto dalla Monsanto (Mon 810) non è dannoso per la salute.

“Rimaniamo stupiti di fronte a chi sostiene curiosamente che, data l’espansione degli Ogm nel mondo, l’Italia non può rimanere indietro: non tutto ciò
che si espande nel mondo è per questo auspicabile! – ha aggiunto Ferrante –. Le scelte dell’Europa restano contraddittorie: da una parte, infatti, si vieta il
glufosinato e, nello stesso tempo, si propongono due Ogm con proprietà insetticida e resistenti a questa sostanza. Un comportamento equivoco, manifestato in modo analogo anche
nell’aver riconosciuto il principio di precauzione, ma non aver accettato che gli Stati Membri lo applichino, come nel caso delle moratorie sul mais Mon810 che la Commissione
Europea sta cercando di revocare con tutti i mezzi. Atteggiamenti equivoci, di fronte a cui l’Italia deve schierarsi in modo deciso con un’azione di sostegno al settore
agroalimentare nelle prossime riunioni dei Comitati e dei Consigli europei, già in agenda”. 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: