OGM: le ragioni del sit-in e l'incontro con Petruccioli

Roma – La Coalizione «ItaliaEuropa – liberi da Ogm» ha organizzato questa mattina un sit-in davanti alla sede della Rai, in viale Mazzini 14, per chiedere una maggiore
informazione da parte del servizio pubblico circa la Consultazione nazionale su Ogm e modello di sviluppo agroalimentare, promossa dalla stessa Coalizione e in corso fino al 15 novembre. Nel
corso della manifestazione, una delegazione della Coalizione, composta da Mario Capanna (Presidente della Fondazione Diritti Genetici), Claudio Lucchetta (Adiconsum), Simona Capogna (Vas),
Fabio Cucculelli (Acli), …….., ha incontrato il Presidente della Rai, Claudio Petruccioli, incontro di cui Capanna ha fatto un resoconto nel corso di una successiva conferenza stampa.

«Ho fatto presente al Presidente Petruccioli – ha detto Capanna – che in queste settimane abbiamo incontrato molte difficoltà nel garantire alla nostra Consultazione nazionale
sugli Ogm una informazione attenta e continuata. Infatti, dopo una prima fase – ha continuato il Presidente della Fondazione Diritti genetici – l’interesse da parte del servizio pubblico
è scemato, fino a scomparire del tutto. Per questo motivo abbiamo consegnato a Petruccioli un dossier, in cui è stata evidenziata in particolare, in modo preciso e puntuale, l’
«impar condicio» praticata dal Tg1 nei confronti della Coalizione.»

Riferendosi quindi al direttore del Tg1 Gianni Riotta, Capanna ha affernato: «Riotta ha piena legittimità di dichiararsi favorevole agli ogm, come d’altra parte ha più volte
dimostrato negli anni passati, ma non può mettere sullo stesso piano 11 milioni di associati e un professore come Francesco Sala, unico contradditore presente ad ogni mia intervista. Per
questa ragione – ha poi precisato – ho detto a Petruccioli di aver rifiutato di rilasciare interviste al Tg1, e che continuerò a farlo fino a quando ogni mia intervista sarà
seguita o preceduta da una intervista al prof. Sala.» Capanna ha poi ribadito che «Il Tg ha naturalmente il diritto/dovere di mandare in onda opinioni diverse dalla nostra, ma
soltanto dopo aver raccontato i fatti, in particolare il coinvolgimeno di milioni di persone nell’ambito della Consultaziona nazionale sugli Ogm». Il Presidente della Fondazione Diritti
Genetici ha concluso esprimendo soddisfazione per il contenuto dell’incontro, auspicando che in questa fase finale ci sia un maggiore impegno informativo da parte della Rai, ed ha accolto
volentieri l’invito del Presidente Petruccioli a un prossimo momento di bilancio appena si concluderà la campagna, essendo questo tema di importanza strategica per la vita del nostro
paese.

Leggi Anche
Scrivi un commento