Obesità, uno snack di formaggio e verdure in aiuto dei bambini

Obesità, uno snack di formaggio e verdure in aiuto dei bambini

Combattere l’obesità dei bambini con uno snack a base di verdure e formaggio, sano ma capace di piacere quanto i prodotti tradizionali e calorici.

Questo l’obiettivo di una ricerca della Cornell University (Ithaca, USA), diretta dal professor Brian Wansink e pubblicata su “Pediatrics”.

Wansink e compagni hanno lavorato con 200 bambini, età 8-12 anni. Mentre osservavano la TV, questi hanno potuto consumare le tradizionali patatine fritte, lo snack verdure e formaggio od
entrambi. In base ai controlli, i piccoli consumatori di snack si saziavano prima, consumavano meno calorie (72%) e risultavano soddisfatti, e questo si verifica soprattutto nei bambini obesi
in sovrappeso.

Secondo il professor Wansink, “Non esiste un cibo magico che possa fermare l’obesità infantile, ma imparare a sostituire alcuni alimenti può essere uno strumento efficace per
ridurre l’apporto calorico”.

Per quanto interessante, lo studio della Cornell University ha suscitato diverse critiche. In particolare, gli scienziati ritengono che nella lotta all’obesità infantile il fine non
giustifichi il mezzo presentato. Più chiaramente, piuttosto che su snack strani, essi vogliono basare la lotta all’obesità infantile su misure come alimentazione sana,
attività fisica e cambiamento delle abitudini di vita, sopratutto riduzione del tempo passato davanti alla televisione

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento