Obesità: i chili di troppo fin da ragazzi uccidono più di 10 sigarette al giorno

Obesità: i chili di troppo fin da ragazzi uccidono più di 10 sigarette al giorno

L’obesità è un rischio e contrarla da adolescenti è ancora peggio.

Chi a 18 anni (o prima) presenta chili di troppo ha un rischio di morte precoce uguale ad un magro che fuma più di 10 sigarette al giorno e doppio rispetto agli adolescenti che non
fumano e praticano sport.

Ad avvertire, uno studio del Karolinska Institutet di Stoccolma (sezione Obesity Unit), pubblicato dal “British Medical Journal”.

I ricercatori nordici hanno messo sotto esame i dati di 46.000 maschi svedesi, sottoposti alla leva obbligatoria nel periodo 1969-’70. Di tale soggetti sono stati studiati abitudine del fumo ed
indice di massa corporea (BMI, Body Mass Index); successivamente, tali individui sono stati seguiti fino al 2007. Gli studiosi hanno così notato come (nel periodo di osservazione di 27
anni) sono deceduti in 2.897.

La mortalità è risultata identica per gli obesi non fumatori e per i forti fumatori di peso normale (25 decessi ogni 10mila anni-persona), cioè più che doppia
rispetto a quella dei non fumatori in peso forma (11 decessi ogni 10mila anni-persona). Dati simili per i ragazzi non fumatori e e di quelli che fumavano fino a 10 “bionde” al giorno
(rispettivamente 16 e 18 decessi ogni 10mila anni-persona).

Spiegano gli scienziati di Stoccolma: “Il nostro lavoro ha dimostrato un notevole aumento di rischio legato sia al fumo sia all’obesità. Anche se manca ancora una misura certa
dell’interazione fra i due fattori, resta cruciale la necessità di un’efficace prevenzione del tabagismo e dell’obesità, così come di iniziative che puntino a far smettere
di fumare e perdere peso”.

LINK alla ricerca

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento