Novità dell’estate 2011: I campi scuola in campagna o le vacanze verdi per i più piccoli

Novità dell’estate 2011: I campi scuola in campagna o le vacanze verdi per i più piccoli

Hanno visto gli animali dal vivo nei circhi o negli zoo delle città, ma otto bambini su dieci non sono mai entrati in una stalla per vedere personalmente
come si ottiene il latte che viene servito loro a colazione ogni giorno. E’ quanto emerge da una indagine on line della Coldiretti divulgata in occasione della presentazione del primo censimento
delle fattorie didattiche italiane realizzata grazie all’accordo della Coldiretti con il Ministero della Pubblica Istruzione e dell’Università
(Miur).

Una guida di riferimento per le gite nelle aziende agricole, ma anche per i campi scuola in campagna o le vacanze verdi per i più piccoli durante la prossima estate che rappresentano una
vera novità del 2011. Nell’occasione è stata aperta dalla Coldiretti nel centro di Roma una vera e propria fattoria con l’orto da
coltivare, il miele da raccogliere e il formaggio da preparare a partire dal latte ottenuto da una vera e propria “gara” di mungitura con mucche, capre e pecore che ha coinvolto intere classi
di bambini con maestre e mamme al seguito, per festeggiare la giornata mondiale del latte promossa in tutto il mondo dalla Fao.

L’obiettivo è fare conoscere le molteplici attività che si svolgono nelle 1.189 fattorie didattiche italiane, riconosciute dalle diverse Regioni, per colmare una lacuna formativa
particolarmente preoccupante nelle giovani generazioni. Secondo una indagine Ipr marketing per Coldiretti/Univerde solo il 16 per cento degli italiani conosce le Fattorie didattiche ma ben il
93 per cento è interessato a visitarle.

Ricostruire un rapporto sano con l’alimentazione è un obiettivo importante per le scuole italiane dove ben il 34 per cento dei piccoli cittadini italiani di 8 e 9 anni è lontano
dal peso forma: oltre un milione e’ sovrappeso (22,1 per cento del totale) e 400mila (11,1 per cento) sono obesi, secondo il monitoraggio effettuato dal progetto ‘Okkio alla salute’, realizzato
dal Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto Superiore di Sanita’.

Dall’indagine e’ emerso che il 9 per cento dei bambini salta la prima colazione, il 30 per cento fa una colazione sbilanciata in termini di carboidrati e proteine, mentre il 23 per cento dei
genitori dichiara che i propri figli non consumano quotidianamente frutta e verdura e che il 48 per cento assume quotidianamente bevande zuccherate e gassate.

Con circolare del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca è stata prevista la realizzazione di una unità didattica di educazione alimentare per le scuole che ne fanno richiesta contattando i referenti del progetto “Educazione alla Campagna Amica” promosso dalla Coldiretti. Un via
libera di fatto agli agricoltori in cattedra con la formalizzazione di una apposita unità didattica di educazione alimentare per le scuole che prevede un momento formativo in aula sui
temi dell’alimentazione, dell’ambiente e dell’alleanza con il territorio.

Tra gli obiettivi ci sono quello di far conoscere il lavoro necessario per produrre il cibo, le proprietà di quello locale e di stagione che non deve percorrere lunghe distanze con mezzi
inquinanti, ma anche educare al gusto dei prodotti naturali e insegnare a non sprecare il cibo in una situazione in cui ben il 30 per cento di quello acquistato finisce nella spazzatura con
perdita ei risorse ed inquinamento ambientale.

La possibilità di trascorrere giornate nelle fattorie didattiche è stata offerta alle classi vincitrici della prima edizione del concorso promosso dalla collaborazione tra
Coldiretti e il Ministero del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca “dalla tavola alla cittadinanza” per l’anno scolastico
2009/2010 al quale hanno partecipato 211 scuole di tutta Italia.

Al terzo posto si è classificata la scuola primaria dell’ Istituto comprensivo di Fiumalbo (MO), al secondo posto la scuola Gianni Rodari di Agliana (PT) classe 3 B e al primo posto la
scuola primaria Pietro Baricco di Torino classe 4 C. Le premiazioni sono state fatte da Guido Viceconte – Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca,
Paolo Russo – presidente Commissione Agricoltura della Camera, Adriana Bucco – Responsabile Donne Impresa Coldiretti, Rosario Trefiletti – presidente Federconsumatori, Alfonso Pecoraro Scanio –
Presidente Fondazione Univerde, Sergio Marini – presidente della Coldiretti e Sveva Sagramola – giornalista e conduttrice televisiva che ha presentato il suo libro “Secondo Natura impariamo a
vivere bio”.

www.coldiretti.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento