Non solo Morellino nella Madia dei sapori: un viaggio chiamato “sapore”

A Scansano (Gr) nei giorni 8, 9, 10 Agosto si terrà un’iniziativa speciale per divulgare la conoscenza del vino e degli altri prodotti tipici dell’agroalimentare, organizzata
dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’Associazione Strada del Vino e dei Sapori Colli di Maremma.
Giornalisti ed esperti di enogastronomia, si riuniranno a Scansano per assaggiare, nei numerosi ristoranti della zona, piatti realizzati con prodotti agroalimentari del territorio, scelti tra
DOP e IGP, o comunque indicati come tipici e tradizionali. A questi saranno proposti in abbinamento gli ineguagliabili vini del territorio.

I ristoratori e i produttori dell’Associazione Strada del Vino e dei Sapori Colli di Maremma, lavoreranno in sintonia per proporre il miglior abbinamento dei vini con i piatti del
territorio.
Così la trattoria “Il Buttero” farà assaggiare i Tortelloni Maremmani al ragù di carne, fatti di ricotta del Caseificio “Il Fiorino”, con i vini “Testa Dura” dell’Azienda
Aione e “Roggiano” della Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano, mentre come secondo piatto presenterà una zuppa di pesce con i vini “Vermentino 2006″ e Antosa 2004”
dell’Azienda “La Carletta” e il “Vigna Fiore” della Cantina Ansonica Costa dell’Argentario.

Il Ristorante “Pane e Tulipani”, con il vino “Roggiano” della Cantina dei Vignaioli del Morellino e con l “Poggioaltoro 2006” della Cantina Poggio al Toro, accompagnerà la carne condita
con l’Olio extravergine di Oliva della Selva.
“La Spianatoia” farà assaggiare, con l’antipasto della casa, il vino “Poggio Morino” della Poggio Morino Srl, mentre i tortelli maremmani ripieni di ricotta del Caseificio Carlucci
conditi con ragù di maialino di cinta senese e Olio extravergine di Oliva “Ceppicaia” dell’Azienda Agricola Sorgente, saranno accompagnati dal Morellino di Scansano 2004 sempre dell’Az.
Agr. “Sorgente”.

La trattoria “Le Mandorlaie” presenterà un secondo piatto, preparato con un agnello della Cooperativa Pomonte al Morellino, e cucinato con olio “Solemma” e Morellino 2005 di Chelli
Asintone, mentre la mousse di ricotta al miele sarà realizzata con la ricotta del Caseificio di Manciano e il miele dell’Azienda Fioravanti. L’abbinamento sarà con la “Rasola”
della Cantina Vignaioli del Morellino.
Il ristorante “Il Grottone” proporrà l’acquacotta con il vino “Sasserino” dell’azienda Poggio al Vento, e il coniglio al Morellino preparato e abbinato col Morellino 2003 dell’azienda
vinicola i Botri.
Il Ristorante Resort “Antico Casale di Scansano” presenta i tagliolini allo zafferano prodotto dall’Azienda Poggio Sacchetto, conditi con l’Olio extra Vergine di Oliva di “Le Sorgenti”, e la
ricotta del Caseificio Carlucci. Il secondo piatto sarà una sella di cinghiale con pere caramellate al vino, proposto in abbinamento con il Vermentino I.G.T. dell’Azienda “La Carletta” e
il Vermentino DOC di Chelli Asintone.
Una speciale commissione composta da giornalisti esperti del settore, esprimerà, la sera dell’11 Agosto alle ore 18,00, un giudizio di merito: dall’abbinamento più coraggioso, a
quello più territoriale, a quello più delicato.. e così via in base a cosa ispireranno le portate, mentre alle ore 20,00 si terranno degustazioni gratuite per tutti con i
produttori della Strada del Vino e dei Sapori Colli di Maremma. A coordinare i lavori il noto giornalista nonché autore della Guida sull’enoturismo italiano “Le Dimore di Bacco”, edita
in collaborazione con l’Associazione Nazionale delle Città del Vino di Siena, che offre le indicazioni per visitare le 257 cantine più interessanti d’Italia: Carlo
Ravanello.
Si sorseggerà il Morellino di Scansano DOC e le altre Denominazioni che aderiscono alla Strada del Vino e dei Sapori Colli di Maremma, insieme a nomi noti nell’ambiente del giornalismo
enogastronomico: come Riccardo Lagorio, giornalista esperto di prodotti agroalimentari tradizionali e di DECO, Alessandro Maurilli giornalista di comunicazione enoica, Giancarlo Capecchi,
giornalista nostrano Teletirreno e Rai Tre toscana, e la giornalista inglese Katherine Anne Singleton.
In contemporanea Scansano aprirà le porte ai turisti, accogliendoli con iniziative folkoristiche e storiche delle contrade scansanesi. I visitatori troveranno l’apertura delle osterie e
delle locande medievali, i giochi di piazza, di spada e le gare di tiro con l’arco; gruppi di saltimbanchi e di artisti, durante tutto l’week-end, animeranno i vicoli fioriti del caratteristico
centro storico. Le aziende attive nel settore dell’ospitalità sosterranno il Comune di Scansano nella costruzione di un’offerta ricettiva in grado di rispondere alle diverse esigenze dei
visitatori della manifestazione.

“La Manifestazione – dichiara il Sindaco Marzio Flavio Morini, entusiasta dell’iniziativa – ha l’obiettivo di creare abbinamenti enogastronomici che possano essere proposti dai ristoratori
durante tutto l’anno, per esaltare le qualità dei nostri cibi, invitare ad una consumazione dei prodotti locali nel luogo di produzione, esaltando così il principio della filiera
corta. Inoltre con iniziative del genere si vengono a creare quelle sinergie giuste tra Amministrazione Comunale, Strada del Vino e dei Sapori Colli di Maremma, produttori, aziende agricole e
attività ricettive, in grado di proiettare Scansano nel futuro.”

Un iniziativa immersa nella tradizione enogastronomica, nella riscoperta dei valori legati al territorio di Scansano e dei tratti peculiari della Maremma, in cui i sapori genuini e antichi dei
cibi suggeriscono e fanno da tramite per comprendere approfonditamente la cultura e la tradizione di questa terra.

Ufficio Stampa :
Cinzia Tosetti – Carlo Ravanello

Leggi Anche
Scrivi un commento