Noci, la frutta secca che difende il cuore

Noci, la frutta secca che difende il cuore

Le noci sono amiche del cuore, e non solo: tutta la frutta secca porta benefici e miglioramenti per la salute.

Questo il messaggio portato avanti dal simposio “Nuts in Health and Disease”, recentemente
organizzato dall’international Nut and Dried Fruit Council.

In generale, gli studiosi presenti hanno sostenuto come la frutta a guscio sia uno stimolo per l’intero apparato cardiovascolare, in primis contro infarto ed ictus, ma anche contro
arteriosclerosi e sindrome metabolica, ma anche per i reni, contro diabete, disturbi cognitivi ed infiammazione, prima causa di malattie degenerative e cancro.

In particolare, ogni studio ha presentato la sua tesi.

Ad esempio, la ricerca Predimed: presentata dalla dottoressa Monica Bullo. Secondo la scienziata, i volontari che assumevano una manciata di frutta secca al giorno ( 15 g di noci, 7,5 g di
nocciole e 7,5 g di mandorle) vedevano il rischio di malattie cardiovascolare ridotto del 28%.

E poi,una ricerca dell’Università di Harvard, diretta dal professor Frank Hu. In questo caso, il team di lavoro ha cercato un possibile legame tra dieta (in particolare frutta) e
malattie croniche: si è allora notato come il consumo di noci (cinque o più volte la settimana) faceva diminuire del 30% il rischio di malattie cardiovascolari.

Infine, una ricerca della Wollongong University (Australia), diretta dalla professoressa Linda Tapsell. Tale indagine ha concluso come un consumo regolare di frutta secca sia utile nel
prevenire obesità e problemi correlati, come disturbi cardiovascolari e malattie croniche.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento