No a MC Donald’s negli ospedali, ecco l’ultima crociata USA

No a MC Donald’s negli ospedali, ecco l’ultima crociata USA

Eliminare i fast food di Mc Donald’s dagli ospedali USA in quanto dannosi per uomo ed ecosistema.

Questo l’obiettivo di un movimento locale: nato dall’azione della Corporate Accountability International,  ONG di Boston, ha già raccolto il sostegno di 2000 tra medici e personale
sanitario vario.

L’azione anti fast food si basa su diversi indagini, svolte in 100 ospedali degli States.

Secondo il movimento, la presenza dei MC negli ospedali inganna i consumatori, pazienti, operatori e famiglie, legando ad hamburger e compagnia un’ingannevole immagine sicura. Detto altrimenti,
le persone associano i cibi al luogo di cura, ritenendoli sani e consumandoli senza problemi. Ad esempio, i genitori portano i figli in ospedale per controlli su peso e livello dei grassi poi
li premiano con una visita al punto-ristoro di Mc Donald’s.

Inoltre, il cattivo rapporto con il mondo circostante.

Secondo l’indagine, se nella struttura vi era un locale del genere, le condizioni ambientali e di pulizia peggioravano. E, spiegano gli autori, più punti fast food erano presenti
più la situazione peggiorava.

FONTE: Michelle Cortez, “McDonald’s in Hospitals Targeted by Group Seeking Fast Food End”, mobile.bloomberg.com, 11/04/012

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento