Natale, Confesercenti Toscana: «consumi meglio del previsto»

Toscana – Meglio del previsto i consumi di Natale in Toscana, è quanto afferma in una nota Massimo Vivoli, presidente regionale della Confesercenti, fino a qualche settimana fa l’
organizzazione ha temuto un contesto di ‘consumi freddi’ a Natale, ma ora, secondo un’indagine sulle tredicesime e gli acquisti di fine anno fatta da Confesercenti, PublicaRes ed Sw, dopo le
prime settimane di shopping il dato e’ complessivamente meno allarmante.

Dalle prime rilevazioni fatte da Confesercenti risulta un segno positivo del 2% (3% nel settore dell’elettronica, telefonia, beni per la casa, giocattoli, profumerie e librerie). Più
problematica la situazione nel settore dell’abbigliamento che registra una contrazione anche se meno marcata di quanto stimato qualche settimana fa (-1,8%) con un segno positivo ( 2,5) nel
settore della biancheria intima sia per uomo che per donna. A Natale e Capodanno, dice sempre l’indagine, aumenta il numero dei toscani che prepareranno le valigie per una vacanza all’insegna
del riposo e del relax: saranno 700 mila che spenderanno in media per partire circa 1,5 miliardi di euro. Ci si muove di più ma si cerca di spendere meno: la spesa media per persona
passa dagli 880 euro del 2006 ai 601 del 2007, con una contrazione del numero dei giorni. Risultano più gettonate le mete nostrane a partire dalla montagna, anche se si registra qualche
punto in piu’ per quelle del Nord America e dell’Estremo Oriente, mentre resta stabile la percentuale di vacanzieri che sceglierà le città d’arte e cresce la voglia di campagna
(dodici punti in piu’), altro segnale di scelte all’insegna della tranquillità e di spese contenute.

Leggi Anche
Scrivi un commento