Regali per Natale, Confesercenti: prime valutazioni sulle vendite (in crescita 2%)

Prime stime in crescita ( 2%) per le vendite natalizie, secondo un’indagine Confesercenti, ed in media i prezzi rilevati nei diversi settori merceologici appaiono al passo con l’inflazione, se
non si tiene conto del forte calo dei prodotti dell’elettronica (-7,5%) la media degli aumenti registrati nei settori monitorati si attesta attorno all’1,63%.

Articoli per la casa, videofonini, lettori e tv di ultima generazione: è loro il posto d’onore nello shopping natalizio che proprio in questi giorni sta salendo di tono dopo un avvio
incerto e che vede il rientro in grande stile dell’oro giallo fra i regali più gettonati.
Ma la vera sorpresa in fatto di regali riguarda un aspetto in crescita della nostra vita collettiva: fra i doni che si ritengono più graditi ecco i pacchetti benessere, gli abbonamenti a
palestre, i trattamenti di bellezza.
Osservando le scelte per i regali si nota inoltre come tenga in particolare il legame fra percettori di redditi medio alti e i negozi di fiducia dove effettuare gli acquisti per i regali.
I prezzi sono rimasti stabili per alcune tipologie di regali, dall’abbigliamento ai gioielli per i quali si prevedono vendite in aumento. Crescono in modo contenuto i prezzi di prodotti di
profumeria e dei giocattoli per i quali le vendite rimarranno stabili.
Fra i giocattoli sono le fatine Winx e i Gormiti a guidare la carica delle novità. Ma la tradizione si difende bene mandando in campo le collaudate Barbie e Cicciobello in varie
versioni.
Un capitolo a parte riguarda altri regali le cui vendite sono date in buona crescita (in media 5%): i cesti con prodotti artigianali e altre specialità tipiche del Natale, dai vini ai
torroni.
Qui pesa la pressione delle tensioni internazionali su alcuni prezzi, dal grano, al latte, all’energia, che hanno provocato aumenti attorno al 2% e, sia pure solo in alcuni casi, anche fino al
5%.
La voglia di sognare, di evadere si coglie dalle scelte sui libri: le letture degli italiani saranno almeno in parte popolate di storie con elfi, fate, personaggi fantastici. C’è chi non
disdegna però un buon giallo e chi vuole sapere come andrà il mondo nel futuro con un occhio all’economia e all’ecologia.
Spazio anche per albero di Natale e presepe. L’88% degli intervistati in un sondaggio Confesercenti-Pubblica ReS non rinuncia a fare l’albero (magari per incoraggiare parenti ed amici al dono),
con una leggera preferenza per quello artificiale. E nel 65% delle case delle famiglie italiane il presepe ravviverà la tradizione in attesa della notte di Natale

PROFUMERIE: prezzi in aumento del 2,3%. Nella lista dei regali prodotti naturali e trucco con effetto shining per rendere scintillanti le festività Creme, olii da bagno per lei e
lui al thè verde, aloe, muschio bianco Per il trucco prodotti con packaging natalizio scintillante e ricercato per un regalo alla moda.
Stime vendite: stabili

GIOIELLERIE: prezzi 1,4%. Torna l’oro giallo abbinato a pietre colorate, soprattutto per i ciondoli: i braccialetti charme portafortuna riscuotono sempre successo. Tiene l’argento
abbinato a perle che quest’anno sono tornate di moda. Per gli uomini gemelli da tutti i prezzi in argento, oro, pietre dure. Come ogni anno vasta scelta di orologi che ormai fanno parte
integrante dell’abbigliamento e seguono le tendenze della moda.
Stime vendite: 1,6%

GIOCATTOLI: prezzi in aumento del 2,4%. Le Winxs, fatine ispirate alla famosa serie televisiva riscuotono gran successo sia per i pupazzi che per gli accessori coordinati. I Gormiti,
invincibili signori della natura attraggono i bambini e sono molto richiesti. L’intramontabile Barbie in versione magia delle feste è un pezzo da collezione. I Dragon Ball presentano
vari giochi e gadget. Cicciobello torna ad essere molto richiesto insieme a Chiccola. Romeo è il nuovo peluche che grazie ai sensori incorporatori se lo accarezzi fa le fusa. Tra i
giochi da tavolo la novità è High School Musical dvd game, dove i giocatori concorrono per arrivare all’audizione finale.
Tra i giochi elettronici la PSP ultrasottile, la Playstation portatile che è anche lettore mp3 e dvd è a pari merito con la nuova versione dell’ ormai consolidata Xbox.
Stime vendite: stabili

LIBRI E CD: prezzi in aumenti del 1,5%. Quest’anno tra le novità libri sulle fate e gli elfi, i personaggi dei boschi per sognare storie fantastiche,nuovi gialli di autori
italiani e stranieri. Si prosegue con libri sull’economia e sul futuro del pianeta.
Compilation di autori italiani e stranieri,tiene la musica classica.
Stime vendite: 2%

ALIMENTARI: prezzi in aumento del 2,4%. Ritorna la richiesta di cesti con prodotti artigianali con prodotti della tradizione italiana per organizzare cene in casa. Bene vini, formaggi,
olii aromatizzati, salumi, torroni e panettoni artigianali.
Stime vendite: 3,6%

ABBIGLIAMENTO: prezzi -2,2%. Vengono richiesti solo accessori in pelle o maglieria, cravatte, sciarpe. La biancheria intima tiene sia per la donna che per l’uomo: quest’anno la tendenza
è scegliere colori vivaci. I colori per questo Natale sono bianco e oro.
Stime vendite: -3%

COMPUTER, HI-FI, CELLULARI: prezzi in calo del 7,5%. Tiene bene la richiesta di lettori MP3 sempre più evoluti e con funzioni di lettore foto e filmati , lettori dvd portatili, ma
la richiesta maggiore è per i televisori lcd ormai a prezzi accessibili. I telefonini rimangono sempre un regalo gradito anche per la continua diminuzione dei prezzi. Per i grandi
elettrodomestici si aspettano le offerte e si preferisce il pagamento rateale.
Stime vendite: 7,2%

ARTICOLI PER LA CASA: prezzi 3,5%. Pentole per cucinare senza grassi, accessori da gourment,candele, cornici, candelieri, cuscini, scatole porta portaoggetti,accessori per abbellire la
casa durante le feste.
Stime vendite: 3,8%

BENESSERE : new entry tra i regali i trattamenti di bellezza in centri
specializzati, percorsi benessere, personal trainer a domicilio,
pacchetti di massaggi ,abbonamenti in palestra o piscina.
Stime vendite: 5%

ALBERO DI NATALE: secondo un sondaggio Confesercenti-Pubblica ReS l’88% degli intervistati fa un albero di Natale. Fra coloro che non vi rinunciano il 77% vuole utilizzare quello che
è già in suo possesso. E la scelta fra albero naturale e artificiale viene vinta di un soffio dalla preferenza per quello artificiale.

PRESEPE: secondo il sondaggio Confesercenti-Pubblica ReS il 65% degli intervistati lo realizza anche quest’anno. Anche in questo caso molti (il 55%) hanno deciso di usare quello degli
anni scorsi mentre il 10% ha messo nel conto di girare tra bancarelle e negozi per acquistare pezzi nuovi.

Leggi Anche
Scrivi un commento