Nasce la Commissione per le pensioni

Il Ministro del lavoro, Cesare Damiano, ha siglato il decreto che istituisce una Commissione composta da rappresentanti del ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, del ministero
dell’Economia e delle Finanze, della Presidenza del Consiglio dei Ministri e da rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative sul piano nazionale con il fine di
valutare la possibilità di assicurare ai pensionati ulteriori aumenti del reddito percepito rispetto a quelli derivanti dalla perequazione automatica.
A prospettare tale possibilità è stato il protocollo su welfare siglato con le parti sociali lo scorso 23 luglio e gli eventuali incrementi dovranno essere determinati in
relazione all’andamento dell’economia e tenendo conto degli obiettivi di stabilizzazione del rapporto tra spesa previdenziale e Pil.
La Commissione interministeriale, dunque, entro i prossimi tre mesi dovrà analizzare la situazione attuale e avanzare delle ipotesi e delle proposte per attuare tale obiettivo in sede di
legge finanziaria.
La notizia è stata appresa con soddisfazione dalle parti sociali ed il segretario generale dell’Ugl, Renata Polverini, ha rilevato che la decisione di Damiano “va nella direzione
auspicata dal sindacato”: “Come abbiamo piú volte sottolineato, il protocollo del Welfare, sottoscritto dall’Ugl, pone le basi per importanti passi in avanti, non solo per i pensionati
ma anche per i lavoratori”, ha osservato la Polverini, ribadendo che “l’Ugl garantirà il proprio contributo affinché i lavori della commissione possano portare a risultati
ottimali entro i tempi stabiliti”.
“Ci aspettiamo che, allo stesso tempo, si possa con celerità avviare anche il confronto necessario per intervenire sui salari che, insieme alle pensioni, rappresentano un’altra emergenza
da risolvere”, ha concluso il segretario di Ugl.

Leggi Anche
Scrivi un commento