Moda, Bersani: «settore necessita di politiche adeguate»

«Il settore della moda ha bisogno di politiche adeguate: le stiamo apprezzando e quindi credo che, in una proporzione tra politiche pubbliche e sforzi delle imprese, ribadiremo che
l’Italia sarà anche nel futuro in prima linea nel settore della manifattura».

Ad affermarlo il ministro per lo Sviluppo economico, Pierluigi Bersani inaugurando a Firenze l’edizione n.73 di Pitti Immagine Uomo, la fiera internazionale che presenta in anteprima le
collezioni di abbigliamento maschile per l’autunno-inverno 2008-2009.

Nel settore della moda e in tutto il tessile, ha affermato Bersani «abbiamo avuto anni di batoste: e’ arrivata una concorrenza impetuosa sulle fasce medio – basso, e’ arrivato l’euro
forte e abbiamo registrato anche dei cali drastici». Ma da due anni a questa parte, ha osservato Bersani, «stiamo prendendo le misure alla globalizzazione, ribadendo che nella
manifattura di beni di consumo anche nel mondo nuovo l’Italia avrà il suo posto che e’ fatto di qualità, di innovazione e di capacità organizzative nuove». Bersani ha
sottolineato come il made in Italy e’ fatto di capacità di tenere agganciato il cliente grazie a elevati standard di contenuti industriali ma anche artigianali. «Abbiamo bisogno di
incoraggiare le imprese con delle misure nuove», ha ribadito Bersani.

Il ministro per lo Sviluppo economico si e’ poi soffermato sul made in Italy ricordando che «in futuro non sarà solo un prodotto ma un modo nuovo di produrre; un modo di produrre
che dovrà tenere insieme produzione, commercializzazione, e distribuzione, ma anche qualità e innovazione, gusto, capacità industriali e artigianali».

Per Pierluigi Bersani tutte queste caratteristiche si devono fondere «in una filiera organizzativa» dove ci sia posto «per tante cose e quindi anche per l’integrazione tra
diverse imprese e anche fra diverse lavorazioni».

Nel corso della cerimonia di premiazione, a cui hanno preso parte le autorità cittadine provinciali e regionali, e’ stato conferito il premio Pitti Immagine alla carriera alla
giornalista Carla Vanni, decana delle croniste di moda, e sono state consegnate le chiavi della città da parte del sindaco di Firenze alla stilista Simonetta Colonna di Cesaro’.
All’edizione n. 73 di Pitti Immagine Uomo sono presenti 727 espositori per un totale di 897 marchi in totale, dei quali 302 esteri.

Leggi Anche
Scrivi un commento