Milano: E’ nata la scuola di cucina sana per mamme e bambini

Milano: E’ nata la scuola di cucina sana per mamme e bambini

Meglio la B1, la B3 o la B7? Non conta il ruolo in cui giocano, ma il fatto che le vitamine del gruppo B, insieme, sono una squadra vincente e insostituibile per la salute e il
benessere. Questo è il messaggio che sta alla base degli incontri Be-Chef, la scuola di cucina sana per mamme e bambini, realizzata grazie al contributo educazionale di
Be-Total. 

Ai fornelli ci sarà lo Chef-ricercatore Marco Bianchi per insegnare ricette sane, gustose e ricche di vitamine: “Sono convinto del fatto che la salute a tavola si impara da
piccoli e non c’è modo migliore della pratica. Con i piccoli chef che parteciperanno prepareremo piatti sfiziosi, ma con una marcia in più: grazie a ingredienti sani e cotti nel
modo giusto – spiega ancora Marco Bianchi che lavora presso la Fondazione IFOM-Istituto FIRC, Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro – questi piatti possono contribuire a prevenire
l’obesità, ad affrontare i cambi di stagione, gli impegni scolastici e la convalescenza”.

Il ruolo delle vitamine del gruppo B nell’ambito di una corretta alimentazione è anche al centro del programma educativo e formativo del Museo Nazionale della Scienza e della
Tecnologia Leonardo da Vinci
che coinvolgerà 1500 studenti delle medie e 60 docenti di 4 città italiane (Milano, Torino, Trieste e Perugia). 

Dopo la realizzazione e il successo dell’i.lab Alimentazione e del percorso educativo dedicato alle vitamine B, anche per il 2012 si rinnova la collaborazione del Museo con Be-Total.
“Laboratori ed esperienze interattive sono il punto di forza dei nostri progetti – spiega Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da
Vinci di Milano – e ancora di più in questa occasione puntiamo al massimo coinvolgimento dei ragazzi per renderli consapevoli che quello che mettono nel piatto è strettamente
legato alla loro salute presente e futura. Un percorso che inizia dal conoscere gli alimenti ricchi di vitamine B, per poi analizzare cosa succede quando questi alimenti vengono cotti, e infine
scoprire quanto queste vitamine siano indispensabili per il nostro organismo”. Un’esperienza che sarà proposta alle famiglie con laboratori interattivi realizzati a Milano, Torino,
Trieste e Perugia, con attività di sperimentazione diretta guidata dagli animatori scientifici del Museo.

Del ruolo delle vitamine del gruppo B è importante essere consapevoli fin da piccoli: questo è l’intento del Be-Movie (realizzato in collaborazione con la Clinica Pediatrica di
Novara), un cartoon che ha come protagonisti i Be-Transformers, simpatici personaggi che aiuteranno i bambini a conoscere il mondo delle vitamine B e il loro ruolo nella trasformazione del cibo
in energia. I

l cartoon verrà proiettato durante gli incontri Be-Chef e sarà poi visibile sul sito www.Be-Total.net.

Una serie di iniziative dunque che puntano a coinvolgere le famiglie in un periodo in cui è forte l’appello di medici e scienziati ad una maggiore attenzione alla salute di bambini e
ragazzi, in primo luogo attraverso una corretta alimentazione. “Studi recenti hanno confermato come l’alimentazione dei bambini e degli adolescenti italiani risulti sbilanciata e povera di
alcuni nutrienti” spiega Gianni Bona, Ordinario di Pediatria e Direttore del Dipartimento per la Salute della Donna e del Bambino, Azienda Ospedaliero-Universitaria Maggiore della Carità
di Novara. “In particolare trascurano frutta, verdura e alimenti integrali, mentre consumano troppi grassi, proteine e zuccheri a rapido assorbimento. Le conseguenze le vediamo nel costante
aumento del numero di bambini sovrappeso e obesi che, se non cambiano abitudini alimentari e non dimagriscono, sono a rischio di diventare adulti con precoci problemi metabolici e
cardiovascolari”.

Uno dei rimedi a questa situazione – che conta già 1 milione di bambini in sovrappeso e 400mila obesi – è impostare fin da piccoli un’alimentazione varia che contenga tutti i
micronutrienti indispensabili per uno sviluppo armonico. “In questo contesto – spiega ancora il professor Gianni Bona – le vitamine del gruppo B giocano un ruolo fondamentale perché
intervengono in numerosi processi metabolici dell’organismo, contribuendo alla trasformazione di molti substrati quali zuccheri e grassi per produrre energia, evitandone di questi ultimi
l’accumulo. E, inoltre, garantiscono la maturazione e il buon funzionamento di molti organi e apparati, quali sistema nervoso e immunitario”.

Non bisogna dimenticare che le vitamine del gruppo B sono idrosolubili e quindi non possono essere immagazzinate. Se non vengono introdotte quotidianamente attraverso un’alimentazione varia e
corretta, c’è il rischio di andare incontro a deficit che compromettono lo stato di benessere: affaticabilità, insonnia, irritabilità e scarsa concentrazione possono
esserne i sintomi. Ma molto spesso non c’è una reale consapevolezza di quello che si mangia e ancora meno ci si rende conto di eventuali errori che minano la salute. “Per questo –
interviene Marco Bianchi – consiglio ai genitori di tenere insieme ai propri figli un diario dello stile di vita familiare dove annotare sia quello che si porta in tavola sia tutta
l’attività fisica svolta”. Un modo semplice per verificare ciò che davvero si assume per poi, quando serve, intervenire: “Le ricette proposte dalla scuola di cucina Be-Chef, oltre
ad essere corrette dal punto di vista nutrizionale, svelano sapori nuovi e possono così sostituire quei piatti di cui magari ci siamo un po’ stufati e quelli che non garantiscono tutti i
nutrienti necessari a stare bene”. 

L’iniziativa toccherà 5 città: Torino, Milano, Roma, Napoli e Palermo. E’ gratuita fino ad esaurimento dei posti e rivolta in particolare ai bambini tra i 7 e gli 11 anni e alle
loro mamme (o papà) che possono affiancarli ai fornelli.

Per informazioni e iscrizioni ai corsi di cucina: www.Be-Chef.it
Per informazioni sulle vitamine del gruppo B: www.Be-Total.net


Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento