Mercati: Confagricoltura, nemmeno la Pasqua rilancia il comparto ovicaprino

Mercati: Confagricoltura, nemmeno la Pasqua rilancia il comparto ovicaprino

Neanche la Pasqua rilancia il comparto ovicaprino in piena crisi commerciale. Indubbiamente nell’imminenza delle feste pasquali aumenta la richiesta, all’area produttiva sarda, di agnelli e
capretti, sia per animali vivi sia macellati. Ma l’andamento degli scambi resta in diminuzione rispetto alla campagna 2009. Lo sottolinea Confagricoltura, che sta monitorando costantemente i
risultati del settore.

Confagricoltura è preoccupata per l’andamento negativo del comparto (- 6,1% per numero di capi e – 6,2% per volume di carne prodotta a dicembre 2009). Dall’analisi dei 12 mesi del 2009
emerge chiaramente che il settore si trova ormai da tempo ad affrontare situazioni caratterizzate da profonde e territorialmente diffuse difficoltà economiche.

“L’andamento del mercato impone – conclude Confagricoltura – di individuare, condividere e adottare interventi finalizzati a consolidare e valorizzare i rapporti all’interno dell’intera filiera
produttiva”.

Leggi Anche
Scrivi un commento