Melaverde, puntata di domenica 23 novembre: Edoardo Raspelli in Valle Camonica e Ellen Hidding in Trentino

Melaverde, puntata di domenica 23 novembre: Edoardo Raspelli in Valle Camonica e Ellen Hidding in Trentino

Si sono moltiplicati gli appuntamenti con Melaverde, il fortunato programma di Mediaset che è arrivato alla diciassettesima edizione e sta andando verso la puntata 500 con Ellen Hidding ed Edoardo Raspelli.

Si comincia ogni sabato mattina alle 10 con la replica della puntata della domenica precedente e poi, domenica, alle 11.30, partono “Le Storie di Melaverde” in cui “il cronista della gastronomia” ricorda le cose più interessanti di tutti questi anni in cui ha condotto il fortunato programma che da Rete 4 è approdato al canale principale di Mediaset. In questa edizione Edoardo Raspelli nelle Storie di Melaverde racconterà i paesi stranieri: Francia, Svizzera, Malta, Norvegia, Irlanda…

Poco prima delle 12, infine, la nuova puntata che, come di consueto, viene replicata il sabato successivo verso le 10 del mattino (oltre che al lunedì, sempre alle 10, a Mediaset Extra).

Intanto sono sempre ottimi i risultati, gli ascolti della mattina dedicata da Canale 5 ad “agricoltura ambiente natura e un pizzico di gastronomia”. Le Storie di Melaverde superano l’8 % di share mentre le nuove puntate quasi sempre superano i 2 milioni di spettatori con una share che nel target commerciale scavalca il 15 % (nonostante la valanga di spettatori che seguono papa Bergoglio su Rai 1 e che rimangono poi “in eredità” al programma che segue, senza concorrenza, Linea Verde ) .

Domenica 2 novembre, ad esempio, Melaverde ha avuto in tutto l’arco di trasmissione lo share del 15,69 per cento con 2.017.000 spettatori. Nel target commerciale il 17,98% che nella seconda parte (dopo la lunga pausa pubblicitaria) è schizzato addirittura al 18,46%.

DOMENICA 23 NOVEMBRE ORE 11.30 LE”STORIE DI MELAVERDE”:
EDOARDO RASPELLI IN KILT DALLA SCOZIA TRA LE PECORE

Edoardo Raspelli in kilt

Edoardo Raspelli in kilt

Domenica 23 novembre alle 11.30 Edoardo Raspelli per “Le storie di Melaverde” avrà come argomento principale l’allevamento ovino che, con quasi tre milioni e mezzo di pecore su poco più di cinque milioni di abitanti, in Scozia è diffusissimo. Naturalmente in quegli spazi sterminati le pecore trovano il loro ambiente ideale e gli agnelli possono crescere all’aperto insieme alle madri su pascoli incontaminati. Questo fa sì che si produca un’ottima carne di cui scopriremo tutte le caratteristiche.

Allevamento ovino significa anche una grande produzione di lana, ancor oggi utilizzata per creare forse il simbolo più rappresentativo della Scozia e cioè il kilt, il gonnellino di tartan. Raspelli ci mostrerà quindi come viene prodotto, ma ci farà anche capire le ragioni storiche per cui questo indumento è diventato un vero e proprio simbolo di identità nazionale.

Verrà infine approfondito anche un altro grande simbolo di questo paese: la cornamusa, visitando un piccolo laboratorio di Edimburgo, la capitale della Scozia, in cui questo strumento è prodotto ancora artigianalmente.

DOMENICA 23 NOVEMBRE ORE 11.55 LA NUOVA PUNTATA:
EDOARDO RASPELLI IN VALLE CAMONICA
ELLEN HIDDING E LA BIODIVERSITA’

Domenica 23 novembre, alle 11.55 partirà poi, come di consueto, la nuova puntata di Melaverde, arrivata alla numero 486 e condotta come sempre da Ellen Hidding ed Edoardo Raspelli

RASPELLI: IN VALCAMONICA (BRESCIA)

Siamo all’inizio dell’Alta Valcamonica, terra di mezzo tra le cime dell’Adamello e delle Alpi Orobiche ed il lago d’Iseo dove l’agricoltura è fatta ancora di piccole realtà familiari e di passione per le tradizioni. Incontreremo la signora Bruna che a quasi ottanta anni ancora segue il suo piccolo gregge. Alessandro, giovane operaio che coltiva il suo grande sogno di tornare a vivere da allevatore come il suo bisnonno e suo nonno con le sue capre di razza Bionda dell’Adamello . E poi ancora: vi racconteremo la scelta di due fratelli, lei insegnante e lui ingegnere, che nel loro Bed and Breakfast hanno deciso di utilizzare solo prodotti del territorio .

E poi, ancora, incontreremo Mauro, giovane chef che tra tradizione ed innovazione ripropone vecchie ricette e nuovi piatti anche qui, utilizzando solo prodotti della sua terra.

ELLEN: BIODIVERSITA’ IN TRENTINO

La scomparsa di una specie animale, come anche vegetale, in un determinato territorio, diminuisce il valore complessivo di quel patrimonio ambientale, ma anche culturale, così importante per la salvaguardia del Pianeta, che si chiama biodiversità .

Ma cosa significa veramente biodiversità? Perché ha così tanto valore, e perché è così importante, lì dove è possibile, mantenere o ricreare certi equilibri naturali?

Perché in tutto il mondo esistono programmi di ripopolamento finalizzati a riportare in aree diverse del Pianeta specie animali che prima vivevano in quelle zone e poi sono scomparse per motivi molto spesso legati alla presenza dell’uomo?

Ma la domanda più difficile a cui rispondere forse è questa: come si fa a ricreare un equilibrio tra uomo e Natura laddove proprio l’uomo ha colonizzato luoghi dove un tempo regnavano incontrastati gli animali selvatici?

Questa mattina, dalla provincia di Trento, si parlerà di orsi e tanti altri animali selvatici.

La trasmissione di domenica 23 novembre, poi, sarà replicata, come sempre, il lunedì successivo, alle 10, su Mediaset Extra ed il sabato successivo, sabato 29 novembre, alle 10 sempre su Canale 5.

Melaverde è un programma ideato ed a cura dell’agronomo Giacomo Tiraboschi ed è iniziato nel settembre del 1998; oggi è scritto da Luca Liberati e Rudy Galoppini. Produttore esecutivo Vittorio Zappa. Regia di Giancarlo Valenti e Michele Zito.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Commenti ( 2 )
  1. ORLANDI FIORELLA
    23 Novembre 2014 at 2:11 pm

    gradirei avere l’indirizzo del BED & BREAKFAST di Edolo presentato nella puntata di oggi 23/11/2014
    cordiali saluti

  2. Anoa
    24 Novembre 2014 at 2:44 pm

    complimenti per la trasnissione chiedo cortesemente l’indirizzo del B&B dei due fratelli andato in onda domenica 23 nov. grazie
    cordiali saluti

Scrivi un commento