Matt Renzi & Jimmy Weinstein Quartet (XMas in Jazz) al Fasol Menin Plays Jazz

Matt Renzi & Jimmy Weinstein Quartet (XMas in Jazz) al Fasol Menin Plays Jazz

Con un quartetto straordinario si chiude la nostra rassegna Jazz per il 2009. Un 2009 generoso di soddisfazioni ed un programma ricco di talento che speriamo di poter ripetere con lo stesso
successo nel 2010.

Matt Renzi e Jimmy Weinstein suonano assieme dal 1996, quando si sono conosciuti a New York.  Da allora hanno partecipato a molte tournee di successo in Europa e Giappone e registrato vari
dischi per la Fresh Sound di Barcellona, tra cui il CD Lines and Ballads con Masa Kamaguchi, nominato Album dell’Anno 2000 in Spagna. Dopo l’esibizione sul palco di palazzo Zuckermann con, due
musicisti italiani d’eccezione,  Nicola Fazzini al sax alto ed Alvise Seggi al contrabbasso si esibiranno in quest’appuntamento finale del Fasol Menin Plays Jazz.

Matt Renzi-Jimmy Weinstein Quartet Matt Renzi – tenor saxophone Nicola Fazzini – sax alto Alvise Seggi – basso Jimmy Weinstein – drums

 

Personale di Walter Davanzo

 

Visto il grande interesse, è’ stata prorogata a fine gennaio la chiusura della personale di Walter Davanzo: “BERLINO: il muro invisibile”.

Berlin Ostbahnhof, Hauptbahnhof Lehrter, Potsdamer Platz, costruzioni umane, mattoni e ferro diventano immagini, quadri, opere dipinte sulla tela da Walter Davanzo, tra i viaggi della vita, la
sua, di pittore ed osservatore al di là del visibile. Oltre il muro.

Walter DAVANZO dipinge e si forma possibile la speranza, un perdono per il passato di guerra, ed il futuro che migliora il vivere di una città. Artista e cittadino del mondo, 
esprime con “BERLINO” opere su tele molto grandi,  “proietta” le stazioni, le piazze, i monumenti del post muro berlinese.  Ci rende partecipi di quanto si possa vedere oltre a
ciò che oggettivamente l’uomo costruisce per rendere godibile lo spazio del vivere in movimento.

Prenotazione

Abbiamo una limitata disponibilità di posti, vi preghiamo quindi di inviarci una Mail di prenotazione a myprosecco@fasolmenin.com, specificando il nome, il cognome ed il numero
di cellulare, Vi risponderemo con una nostra eMail di conferma. In alternativa alla Mail potete chiamarci allo 0423.974262. 

A fine concerto, avrete l’opportunità di scambiare idee ed opinioni e di parlare con i musicisti degustando i  nostri Fasol Menin Valdobbiadene DOC Brut ed Extra Dry, insigniti agli
autorevoli concorsi enologici: “39a mostra del Valdobbiadene Prosecco e Cartizze DOC di San Pietro di Barbozza” (medaglia d’oro al Brut e diploma di merito all’Extra Dry), “Spumanti &
Bollicine 2009” (diploma di merito all’Extra Dry) e “EnoConegliano – Selezione dei Vini Veneti” (diploma di merito a Extra Dry e Brut).

Sarà inoltre possibile acquistare il nostro vino, oltre che nelle classiche confezioni da 6 bottiglie, anche nelle nostre eleganti confezioni da 2 e da 3 bottiglie, ideali per celebrare
una ricorrenza o come omaggi e strenne natalizie. Spediamo il nostro vino in tutta Italia con corriere, per maggiori informazioni scrivete a myprosecco@fasolmenin.com e consultate le
nostre condizioni su www.fasolmenin.it.

Vi aspettiamo numerosi
Silvana e Massimo

Cantina Fasol Menin
Via Fasol e Menin, 22
31049 Valdobbiadene – TV
0423-974262
myprosecco@fasolmenin.com
www.fasolmenin.com

*Il programma potrà subire variazioni, per gli aggiornamenti consultate il sitowww.fasolmenin.com.

Sabato

Curriculum
Matt Renzi

Per gli ultimi 20 anni Matt Renzi ha suonato in festival jazz e locali di fama internazionale. Riconosciuto come musicista di pregio da artisti e organizzazioni in Italia, Spagna, Belgio,
India, Israele, come negli Stati Uniti, per il suo linguaggio avanzato nell’improvvisazione e nelle sue composizioni. Laureato alla “Berklee College of Music” e con un Master in composizione
classica alla “San Francisco State University” ha avuto insegnanti del calibro di John Handy, Joe Henderson ed il vocalista sud-indiano R.A. Ramamani

Matt può essere ascoltato su svariate registrazioni, come il premiatissimo “Lines and Ballads”, od il suo ultimo lavoro intitolato “Lunch Special.” Leader di diverse formazioni, come il
suo Trio di NY, nel quale spinge la sua fervida immaginazione musicale oltre i limiti dell’improvvisazione e composizione. Matt sta inoltre sviluppando un nuovo progetto, alla guida di una
formazione da camera, nella quale sperimenta il connubio tra le sue avanzate tecniche di composizione moderna e la sua concezione innovativa di improvvisazione. Come ospite, Matt ha suonato e
registrato con Marc Johnson, Michael Formenek, Eddie Marshall, Herbie Lewis, Ben Monder, Eberhard Weber, Bobo Stenson e il Quinteto d’Archi Berliner Philharmoniker.

Jimmy Weinstein

Musicista,Compositore, nasce a Chicago. Polistrumentista (Batteria, piano, chitarra) inizia lo studio del pianoforte e del violoncello all’eta’ di 7 anni. A 12 anni autodidatta con chitarra,
basso e batteria. Leader dei propri gruppi in tour negli USA, Giappone ed Europa, nel 1994 pubblica il cd firmato Jimmy Weinstein Group, “Nostalgia” con il saxtenorista Chris Cheek (Accurate
Records) per il quale la rivista specializzata DownBeat definisce il nostro «infaticabile e fantasioso drummer»; segue “Sound Emotion” per la GM Recordings, prodotto da Gunther
Schuller.

Collaborazioni discografiche con Satoko Fujii, Natsuki Tamura, Ben Monder, Ahmed Abdullah e Diaspora, Alex Harding’s Free Flow con Chris Dahlgren, Marco Tindiglia, e Frank Carlberg. Prolifico
compositore anche di colonne sonore per film e cortometraggi.

Nicola Fazzini

Nicola Fazzini, sax contralto & soprano. Nato a Milano nel 1970 diplomato in sassofono jazz a Graz. Fa parte inoltre del Quintetto di “Elena Camerin”, con la quale ha registrato il cd
“Grazie dei Fiori. Suona inoltre nel sestetto “Shtick” di Zeno De Rossi, che di recente ha registrato e pubblicato un cd ispirato alla musica ebraica e alle sue contaminazioni nel jazz. Due
suoi recenti progetti di spessore sono il “Contarfact 4et” con Birro, Kramer e Senni e “Lezioni Americane”, tributo allo scrittore Italo Calvino, in cui sono coinvolti musicisti italiani (M.
Tonolo, Mauro Beggio) e musicisti statunitensi Ron Horton, Tony Moreno.

Alvise Seggi

Contrabbassista e compositore, ha conseguito, con il massimo dei voti, la laurea triennale in musica jazz presso il conservatorio di Bologna “G.B. Martini”, e la laurea specialistica presso il
conservatorio di Venezia “B. Marcello”. Compone musiche originali in documentari (Fandango, Bompiani), cortometraggi (Kublai film), rassegne di cinema muto e musica improvvisata (Ombre Sonore),
sonorizzazioni d’ambiente per esposizioni d’arti visive e danza (C.T.R. Centro Teatrale di Ricerca).

Walter Davanzo

Walter Davanzo è nato a Treviso. Dopo la maturità tecnica industriale, si iscrive al D.A.M.S. di Bologna, dopo due anni si dedica prevalentemente alla pittura e alla fotografia,
le vere passioni dei suoi anni giovanili. Si interessa soprattutto all’espressionismo tedesco, sia di pittura che di cinema. Diversi viaggi lo portano a visitare famose gallerie di capitali
Europee, per ben 5 anni ritorna in Francia soprattutto in Bretagna e Normandia, altri viaggi studio lo portano in Africa nell’area mediterranea  soprattutto il Marocco rinforzando
così il suo interesse per i segni primitivi, per il grafismo infantile. Rimane molto colpito dai dipinti di F.Bacon , Munch , Henri Manguin,Varlin, Henri Matisse  Kess Van Dongen,
M. de Vlaminck   di come rappresentano sulla tela le vicende umane, l’uso del  colore.

All’inizio numerose sono le mostre personali fotografiche in varie città italiane, poi solamente mostre di pittura. Dopo una prima fase astratto informale ,indirizza la sua pittura con
forti componenti gestuali ad una figuratività libera e ingenua fatta di immagini oniriche e grottesche tra sogno e realtà con riferimenti all’infanzia dando vita a delle figure di
impianto fauve- espressionista . La sua è una continua ricerca di segni dell’uomo nella natura e della sua esistenza che attraverso l’opera  pittorica  riproduce fedelmente.
Figure con colori molto  forti ,grafismi infantili, gioia del vivere dell’uomo ma anche la tragedia nel divenire. Le tematiche sono a cicli ; gambe, cani , aerei, paesaggi urbani, vasche,
ritratti, segni e colori violenti prevalentemente rossi cadmio verde acido e arancio,indaco. Il voler recuperare  tutti quei grafismi che ci ricordano l’infanzia perduta e ritrovata .

Ricordiamo la personale nel 2008 a Madrid all’Istituto Italiano di Cultura in occasione della  NOCHE EN BLANCO. Collabora anche come Art Director all’Asolo film Festival. Le sue opere si
trovano nei musei e collezioni private, la documentazione dell’attività artistica  presso l’ASAC della Biennale di Venezia e presso Ludwing forum für internationale Kunst
Bibliothek- Aachen. Vive a Treviso. www.walterdavanzo.it

Leggi Anche
Scrivi un commento