Maroni: «La prossima settimana si costituirà un'unità di coordinamento italo-libica per il pattugliamento congiunto»

 

E’ stato firmato questa mattina a Tripoli dal ministro dell’Interno, Roberto Maroni, il protocollo d’attuazione dell’Accordo di collaborazione fra Italia e Libia del dicembre 2007, per
contrastare l’immigrazione clandestina.

«Quello di oggi – ha detto il ministro – è un passo avanti decisivo. Ora partirà la fase tecnica dei lavori, la prossima settimana si costituirà una
unità di coordinamento italo-libica per il pattugliamento congiunto».

Il ministro ha confermato che gli equipaggi saranno misti ed ha spiegato che nei prossimi giorni una delegazione libica andrà a Gaeta per prendere possesso delle motovedette.

Con l’accordo firmato oggi si prevede una diminuzione degli sbarchi già a partire da Pasqua, per arrivare all’azzeramento entro l’estate.

L’altro punto inserito nel protocollo di attuazione, è quello del monitoraggio dei confini a Sud della Libia. «Il controllo – ha detto Maroni – sarà effettuato da
Finmeccanica – e si tratta di un passaggio fondamentale per la riduzione degli ingressi di clandestini in Libia». Maroni ha anche sottolineato che sarà in Libia nuovamente
in tempi brevi, proprio per verificare i risultati di questa collaborazione.

Sempre per affrontare temi legati all’immigrazione, sono in programma nelle prossime settimane altre visite del ministro Maroni a Paesi del Mediterraneo.

Leggi Anche
Scrivi un commento