Sanità, l’appello di Medici Senza Frontiere: il Senato salvi il principio di non segnalazione per gli immigrati irregolari

Sanità, l’appello di Medici Senza Frontiere: il Senato salvi il principio di non segnalazione per gli immigrati irregolari

 

Medici Senza Frontiere (MSF), Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI), Società Italiana di Medicina delle Migrazioni (SIMM) e Osservatorio Italiano sulla Salute
Globale (OISG) lanciano un appello per chiedere ai Senatori di respingere l’emendamento che elimina il principio di non segnalazione alle autorità per gli immigrati irregolari
che si rivolgono a una struttura sanitaria.

Il rischio di essere segnalato creerebbe nell’immigrato privo di permesso di soggiorno e bisognoso di cure mediche una reazione di paura e diffidenza, in grado di ostacolarne l’accesso
alle strutture sanitarie. Ciò potrebbe creare condizioni di salute particolarmente gravi per gli stranieri – con aumenti dei costi legati alla necessità di interventi
più complessi e prolungati – e ripercussioni sulla salute collettiva – con il rischio di diffusione di eventuali focolai di malattie trasmissibili.

MSF, SIMM, ASGI e OISG invitano la società civile a sottoscrivere l’appello ai Senatori, che ha già raccolto 92 adesioni.

MSF, SIMM, ASGI e OISG organizzano inoltre una fiaccolata della società civile il 2 febbraio davanti a Montecitorio dalle 17:30 alle 20:00, alla quale sono invitati a partecipare
operatori sanitari, associazioni, organizzazioni, rappresentanti della società civile e cittadini.

Per sottoscrivere l’appello,

 

Leggi Anche
Scrivi un commento