“Mangio solo animali che posso uccidere con le mie mani”: la sfida vegetariana di Mr. Facebook

“Mangio solo animali che posso uccidere con le mie mani”: la sfida vegetariana di Mr. Facebook

Mark Zuckerberg, alias Mr. Facebook, non è solo un 27enne ricco e di successo, ma anche un amante del rischio e dell’auto valutazione. Nel 2009, non è mai uscito senza la
cravatta, nel 2010 si è dedicato all’apprendimento del cinese mandarino, studiandolo almeno 60 minuti ogni 24 ore.

Per il 2011, la sfida è alimentare: mangiare più sano, diventando un seguace della dieta vegetariana.

Per farlo, il giovane ha optato per un metodo draconiano ma spietato. “Mangio solo animali che posso uccidere con le mie mani” ha confessato il 27enne in una mail, inviata a “Fortune”. e
pubblicata dalla rivista stessa.

Il percorso dell’affarista è stato lungo: a maggio 2010, egli confessa sul suo profilo Facebook di aver aver ucciso un maiale ed una capra e rafforza il concetto con l’immagine di un
pollo, anch’esso uccide di persona. Da quel momento, Zuckerberg e Fortune iniziano un dialogo sull’etica dell’alimentazione e sulla sofferenza degli animali. Mark ha ammesso di essersi
documentato, unendo studi teorici sui sistemi di allevamento ad uccisioni in prima persona. Oltre a quelle già descritte, l’informatico spiega di aver bollito anche un aragosta.

Alla fine, l’uomo è giunto ad una conclusione: “Penso che molte persone dimentichino che un essere vivente deve morire per far sì che tu possa mangiare carne. Quindi il mio scopo
è quello di non dimenticarmi di questa cosa ed essere grato per quello che ho”.

Tuttavia, è possibile che la lista della vittime del signor Facebook sia più lunga e meno etica.

L’accusa arriva da “The Accidental Billionaires” (sottotitolo: La nascita di Facebook: una storia di sesso, denaro, genio e tradimento), scritto da Ben Mezrich. Nel testo, verso pag 227, si
legge come Zuckerberg, durante una gita sullo yacht dell’amministratore delegato di Sun Microsystems, abbia mangiato un intero koala.

Insomma, ad oggi non è possibile dire se la via verde di Zuckerberg sia una scelta consapevole di vita o la stravaganza di una mente con molta energia e tantissimi soldi.

Di certo, il giovane sarebbe solo l’ultimo tra divi, star ed attori americani a puntare su una dieta senza carne, vegana o vegetariana che sia.

FONTE: Patricia Sellers, “Mark Zuckerberg’s new challenge: Eating only what he kills (and yes, we do mean literally…)”, Fortune Postcard, 26/05/011

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento