Mangiare pasta previene cardiopatie e diabete

Mangiare pasta previene cardiopatie e diabete

La pasta può essere un aiuto contro cardiopatie e diabete, ma dipende dal tipo di cereale utilizzato.

E’ quanto sostiene il progetto UE “Healthgrain”, presente al Pasta Trend di Bologna nell’ambito di convegni scientifici sul tema alimentazione.

Secondo i ricercatori è bene puntare sulla pasta di frumento integrale, in quanto ricca di fibre, vitamine e minerali. In generale, bisogna capire che i cibi (come la pasta) non devono
essere solo piacevoli per il gusto ma possono essere medicine naturali, in grado prevenire e/o contrastare diverse malattie. Il progetto “Healthgrain” è capofila di tale linea di
pensiero, con diverse ricerche attive al fine di individuare alimenti a base di frumento integrale saporiti e salutari.

Spiega il dottor Amato, del dipartimento cardio-toraco-vascolare del Policlinico Universitario Sant’Orsola-Malpighi: “Se la dieta mediterranea in senso lato e’ riconosciuta essere un metodo di
prevenzione delle patologie cardiovascolari nella popolazione più’ vasta ed in particolare nei soggetti a rischio vascolare già’ noto, la predilezione della pasta nella dieta
quotidiana determina una riduzione sia della presenza che dello sviluppo delle lesioni vascolari maggiori documentabili con diagnostica ad ultrasuoni”. Inoltre, lo studioso fa notare che il
frumento integrale, dotato di una crusca ricca di fibre non si limiti ad opporsi a diabete di tipo 2 e cardiopatie, ma sia utile anche contro l’arteriosclerosi.

Sempre riguardo al binomio gusto-salute, al Pasta Trend si è discusso dei nuovi rituali dell’aperitivo: anche qui protagonista la pasta, nella veste di bonus per l’umore. “L’happy hour
serale con l’assaggio di pasta in abbinamento ad un bicchiere di vino fa bene alla salute, concilia e favorisce il sonno e fornisce buon umore”, fa infatti notare il professor Enrico Ronda,
direttore del dipartimento di medicina interna e di gastroenterologia dell’Università’ di Bologna.

Questo perché il cibo in questione offre amidacei e proteine, stimoli per la produzione di ferotonina, che e’ l’ormone del buon umore.

Allora, si dia il giusto spazio all’aperitivo con pasta: “Un modo per adeguarsi sempre più’ ai nuovi stili di vita – le persone stanno sempre meno a tavola e prediligono il mordi e fuggi
con i cibi precotti – pur cercando di mantenere inalterato il valore delle tradizioni. L’happy hour della pasta, insomma, può’ essere un modo per dormire più’ tranquillamente e
utilizzare un prodotto made in Italy di qualità’ che e’ il prodotto della cucina tradizionale”.

Allora, conclude il professor Ronda: “La medicina preventiva che consiste nel mantenere sana una persona e nel prevenire le malattia e’ interessata a promuovere la cultura della pasta e della
dieta mediterranea in quanto studi epidemiologici hanno infatti dimostrato che questo tipo di alimentazione diminuisce la possibilità’ di contrarre malattie cardiovascolari, diabete e
cancro, che costituiscono la principale di morte al mondo”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento