A PastaTrend grandi nomi dello spettacolo giocano con la pasta

A PastaTrend grandi nomi dello spettacolo giocano con la pasta

Bologna – “Mia moglie è un timballo perché ha un po’ di tutto”. Lo dice Enrico Brignano a PastaTrend, il salone della pasta in svolgimento a Bologna Fiere fino a
martedì prossimo. Il comico romano, grande amante della buona cucina e appassionato di primi piatti, ama, come ha raccontato al direttore artistico della manifestazione Marisa Laurito,
mangiare fusilli al ragù, cucinare spaghetti al dentice e linguine al tonno, preparare la pizza capricciosa (“Sono al terzo dan”) e confessa che la moglie gli ricorda un timballo
“perché ha un po’ di tutto”.   

Ma a PastaTrend si è svolta anche una gara di cucina tra volti noti dello spettacolo: Giancarlo Magalli e Fiordaliso che, giudicati dalla Nazionale italiana Cuochi, hanno preparato due
piatti di pasta. Magalli ha realizzato il piatto preferito, gli spaghetti all’amatriciana, mentre Fiordaliso ha interpretato una inedita ricetta di Marisa Laurito, gli “spaghetti alla
pummariella”, cotti con l’uovo. La sfida è finita con un diplomatico ex aequo.    

Tra i vip intervenuti, fra una lezione di cucina e una degustazione negli stand della rassegna, anche Andy Luotto che ha dichiarato il suo amore per le orecchiette alle cime di rapa e mostrato
orgoglioso una serie di tatuaggi dedicati alla pasta.   

Ieri, dopo essersi esibito in concerto di fronte al folto pubblico di PastaTrend, Massimo Ranieri ha sottolineato: “che la musica napoletana e la pasta sono gli emblemi dell’Italia bella che
tutto il mondo ci invidia”. PastaTrend si concluderà martedì proponendo ancora assaggi, degustazioni e lezioni di alta cucina.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento