Maltempo, Coldiretti: mucche a rischio per fame e freddo

Sono centinaia le mucche sui Nebrodi in provincia di Messina che rischiano di morire per la fame ed il freddo perché isolate a causa del maltempo, l’allarme è della Coldiretti che
sottolinea come la caduta della neve ha provocato danni da isolamento nelle campagne di molte regioni soprattutto per le aziende agricole e gli allevamenti delle aree interne ai quali va
garantita la fornitura di foraggio e mangimi per l’alimentazione degli animali.

Ostacoli a causa della difficile viabilità si segnalano anche per il trasporto di latte e verdure ma – sottolinea la Coldiretti – in molte zone agricole come il Molise la neve è
stata accolta con soddisfazione perché consente di ripristinare le scorte idriche contro il rischio della siccità che ha portato anche al razionamento dell’acqua. A garantire la
viabilità e cercare di scongiurare il rischio di isolamento delle abitazioni sono stati chiamati ad intervenire anche gli imprenditori agricoli della Coldiretti con trattori utilizzati
come spalaneve e spandiconcime adattati per la distribuzione del sale contro il gelo. Un intervento che ha consentito a molti chilometri di strada situati anche nelle aree più impervie
di essere liberati da neve e ghiaccio e di tornare alla normale circolazione.

La possibilità di utilizzare anche i mezzi meccanici agricoli messi a disposizione dagli imprenditori delle campagne ha garantito – sottolinea la Coldiretti – maggiore
tempestività di intervento soprattutto nelle aree interne e montane. La presenza diffusa delle imprese agricole sul territorio – precisa la Coldiretti – assicura infatti la
possibilità di un intervento capillare e rappresenta una opportunità che potrebbe ulteriormente espandersi con una maggiore sensibilità di Comuni e Province. La figura
dell’«agricoltore spazzaneve» è nata – conclude la Coldiretti – grazie alla legge di orientamento che consente alle pubbliche amministrazioni di stipulare convenzioni con gli
agricoltori per lo svolgimento di attività funzionali «alla sistemazione e manutenzione del territorio» anche attraverso l’utilizzo di mezzi meccanici agricoli.

Leggi Anche
Scrivi un commento