Lunedì Formigoni firma con Di Pietro 4 accordi

Milano, 31 Ottobre 2007 – Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, insieme all’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, sottoscriverà
lunedì 5 novembre con il ministro Antonio di Pietro e i rappresentanti degli altri enti coinvolti (Province, Comuni e società che si occupano di infrastrutture e trasporti),
quattro accordi, i cui testi sono stati approvati oggi dalla Giunta regionale: l’Accordo di Programma per la realizzazione della Tangenziale Est Esterna di Milano e il potenziamento del sistema
della mobilità dell’est milanese e del nord lodigiano; l’atto integrativo al Protocollo d’Intesa per la realizzazione della rete metropolitana dell’area milanese; il Protocollo d’Intesa
per la progettazione integrativa e la realizzazione delle opere connesse alla Pedemontana e alla Brebemi; il Protocollo d’Intesa per il miglioramento dell’accessibilità alla Valtellina
(nodi di Morbegno e Tirano).

«Le firme di lunedì – ha detto l’assessore Cattaneo – sono l’ennesima dimostrazione di come il nostro metodo di lavoro, basato sulla ricerca del consenso, sia in grado di produrre
risultati concreti e positivi per i cittadini».

TEM – «L’Accordo di Programma per la Tem – ha spiegato Cattaneo – arriva alla firma dopo 15 mesi di intenso lavoro. Questo tempo, superiore a quello impiegato per Pedemontana e
Brebemi, ci ha permesso di raccogliere un ampio consenso, come dimostra l’esito dell’assemblea dei sindaci di ieri sera, che ha approvato la proposta di Accordo: su 58 comuni convocati, solo 2
si sono espressi contro e 3 astenuti».
I cantieri si apriranno il 13 dicembre 2010 per concludersi nel 2014. Cattaneo ha ricordato che l’Accordo non riguarda solo l’autostrada ma comprende 50 interventi di viabilità, 8 piste
ciclabili, 22 opere ferroviarie e metropolitane, compresi il prolungamento della M3 fino a Paullo e della M2 fino a Vimercate.

METROPOLITANE – L’atto integrativo al Protocollo d’Intesa per la realizzazione della rete metropolitana dell’area milanese aggiunge al documento sottoscritto il 31 luglio scorso, che
riguardava la M3, la M4 e la M5, ulteriori interventi: il prolungamento della linea metropolitana M1 da Sesto Fs a Monza Bettola; il prolungamento della linea metropolitana M2 da Cologno Nord a
Vimercate; la riqualificazione della metrotranvia Milano (Parco Nord) – Desio – Seregno; il nodo di interscambio di Rho-Pero.

PEDEMONTANA E BREBEMI – Il terzo documento che verrà firmato lunedì è un Protocollo per la progettazione integrata della «opere interferite integrate e
coordinate» tra Pedemontana – Gronda ferroviaria nord est e Brebemi – Alta Velocità (tratta Treviglio – Brescia). Il Protocollo individua le modalità operative per la
realizzazione delle opere e certifica la disponibilità delle risorse.

VALTELLINA – Il quarto accordo riguarda infine l’accessibilità in Valtellina e in particolare la risoluzione dei nodi di Morbegno e di Tirano. (Ln)

Leggi Anche
Scrivi un commento