L’insonnia uccide: il rischio di morte per gli uomini sale di 4 volte

L’insonnia uccide: il rischio di morte per gli uomini sale di 4 volte

L’insonnia è letale per gli uomini: quelli che ne vengono colpiti vedono salire di 4 volte il rischio di morte rispetto ai detentori di sonno tranquillo.

La cattiva notizia arriva da una ricerca del Penn State College of Medicine e dell’Hershey Medical Center (Usa), diretta dal professor Alexandros Vgontzas e pubblicata su “Sleep”.

L’equipe del professor Vgontzas ha esaminato circa 2000 volontari: 1.000 donne intorno ai 47 anni e 741 uomini con un’età media di 50 anni, tenendoli sotto osservazione per 10 anni
(donne) e 14 anni (uomini). Alla fine di tale periodo di follow-up, 28 soggetti (14% del totale) erano deceduti. Sviscerando tale dato, gli studiosi hanno notato come il tasso di
mortalità “base” per gli uomini era del 9,1%; tuttavia, in caso di problemi d’insonnia (meno di 6 ore di riposo a notte) la percentuale saliva al 51,1%.

Allora, commenta il capo-ricercatore: “Il primo risultato del nostro studio è che l’insonnia è associata in modo significativo alla mortalità nell’uomo. Questo problema del
sonno, dunque, deve essere individuato e trattato in modo appropriato”.

Riguardo alle donne, non è emerso nessuna correlazione tra scarsità di sonno e rischio di morte. Tuttavia, fa notare Vgontzas, le donne sono state osservate per meno tempo:
allora, i dati possono non essere totalmente affidabili.

Fonte: Vgontzas AN; Liao D; Pejovic S; Calhoun S; Karataraki M; Basta M; Fernández-Mendoza J; Bixler EO. Insomnia with short sleep duration and mortality: the Penn State Cohort.
SLEEP 2010;33(9):1159-1164.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento