L’estratto di karitè, una cura per il dolore

L’estratto di karitè, una cura per il dolore

L’estratto di karitè (“Butyrospermum parkii”) combatte il dolore e l’infiammazione provocati dall’osteoartrite.

A dirlo, uno studio dell Australian Centre for Complementary Medicine Education and Research, pubblicato da “Phytotherapy Research”.

I ricercatori hanno lavorato con 89 soggetti, tutti affetti da osteoartrite alle ginocchia. Tali volontari sono stati sopposti ad un test in doppio cieco, randomizzato e placebo controllato.
Gli scienziati li hanno divisi in due gruppi: ai primi è stato somministrato estratto di karitè, ai secondi un placebo. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a regolari prelievi
del sangue e sono stati autorizzati ad usare come antidolorifico chimico solo il paracetamolo.

Alla fine delle 15 settimane di osservazione, il team di ricerca australiano ha notato come nei soggetti che avevano assunto il karitè la riduzione dell’infiammazione era nettamente
maggiore (23,9%) di quella nei soggetti a placebo (-6%).
Non solo: il karitè ha anche fatto meglio del placebo nel difendere la cartilagine ( riduzione della degradazione del 28,7% contro il riduzione del 17,6%) e nel combattere gli eccessi di
osteoalcina: il karitè l’ha ridotta del 1,9%.

Nonostante i risultati debbano essere sperimentati su larga scala, gli scienziati sono convinti della bontà del karitè come antidolorifico, specie nei casi di osteoartrite.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento