Le grandi aziende della pasta italiana perquisite dalla Guardia di Finanza

Le grandi aziende della pasta italiana perquisite dalla Guardia di Finanza

Roma –  La Guardia di Finanza ha perquisito le sedi della Barilla, della De Cecco, della Divella, della Garofalo e della Amato, oltre alla sede dell’Unipi, nell’ambito di un’inchiesta
dell’Antitrust, avviata su segnalazioni delle Associazioni dei consumatori, sul possibile cartello dei pastai. L’Adoc spera che sia fatta luce il prima possibile sulla vicenda.

“Ci auguriamo che l’Antitrust faccia luce sull’ipotesi di un cartello dei pastai, un’inchiesta avviata nel settembre 2007 a seguito anche delle segnalazioni e dei dubbi espressi dall’Adoc in
merito – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc –  un fenomeno discutibile ancora oggi, dato che negli ultimi mesi il costo del grano è sceso vertiginosamente ma, al contrario,
il prezzo della pasta è rimasto pressoché identico ai valori di un anno fa.”

Adoc per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento