LE ERBE DELLA BERGAMASCA

Il territorio bergamasco è ricco di erbe, spontanee e non, in grado di arricchire i nostri piatti di gusti antichi e di sapori genuini.

Tra le innumerevoli erbe commestibili bergamasche, siamo ora a segnalarne alcune degne di nota sotto il profilo gustativo o terapeutico.

La Barba di capra o Spàres de mut vegeta nei boschi umidi di tutta la Valle Brembana e viene consumata come i classici asparagi.

Il Buon Enrico o Paruc si trova solitamente lungo i muri e in prossimità di malghe e casolari di montagna; in cucina sostituisce lo spinacio: è ricco di ferro e
combatte l’anemia.

La Silene Gonfiata o Sciupetì è diffusa dalla pianura alla collina nel periodo primaverile; i suoi germogli si usano in insalata, nei risotti e nelle zuppe.

Il Prugnolo o Brugnì selvadeg contiene molta vitamina C. Per il sapore gradevole seppur aspro, è spesso utilizzato per la preparazione di salse in abbinamento alla
selvaggina nostrana.

Leggi Anche
Scrivi un commento