Le eccedenze ortofrutticole saranno raccolte e redistribuite ai bisognosi

Le eccedenze ortofrutticole saranno raccolte e redistribuite ai bisognosi

Cesena – Come avvenuto per il Parmigiano Reggiano, anche le produzioni eccedentarie di ortofrutta saranno ritirate dal mercato e distribuite ai bisognosi. Lo ha annunciato il ministro
delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia, intervenuto all’inaugurazione di Macfrut, la maggior rassegna internazionale del Mediterraneo specializzata in ortofrutticoltura.
  

“Sono 600 mila le tonnellate di ortofrutta – ha detto il ministro Zaia – che non hanno compratori. Come intervento a breve termine a sostegno del settore ortofrutticolo, daremo il via al ritiro
dei mercati del surplus produttivo per distribuirlo ai poveri”. A lungo termine invece, Zaia ha annunciato di aver avviato a livello comunitario la partita della programmazione delle produzioni e
la revisione dell’Ocm (Organizzazione comune di mercato) di settore.

“La crisi è internazionale – ha ribadito Zaia – c’é qui in Italia, come a Parigi. Ma i prezzi all’origine della frutta sono scesi ad agosto su livelli medi inferiori del 30%
rispetto a quelli di un anno, con picchi di calo di oltre il 60% per le susine e tra il 40 e il 45% per pesche e nettarine”. Nelle trattative internazionali la visione italiana annunciata dal
ministro Zaia é quella di un “mercato più protetto e produzioni sempre più identificate. Una partita importante per il Made in Italy che fattura 24 miliardi di euro, anche se
sul mercato solo un prodotto su dieci è autenticamente italiano”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento