L'Austria avvia il dialogo sulla ricerca

L’Austria ha avviato un dialogo ad ampio spettro sulla ricerca con l’obiettivo di raccogliere idee e dare vita a dibattiti che si inseriscano in una nuova strategia scientifica per il paese.

«Abbiamo bisogno di una strategia panaustriaca per finanziare una ricerca autosufficiente ed efficace», ha dichiarato Johannes Hahn, ministro austriaco per la Scienza e la ricerca.
«Il dialogo sulla ricerca dovrebbe essere un trampolino di lancio per ripensare e dare nuova forma al panorama austriaco della ricerca.»

«Quali siano le politiche per la ricerca necessarie per il nostro paese e in quale modo la ricerca possa essere legata agli sviluppi e alle innovazioni in ambito tecnologico sono solo due
questioni tra le tante che vorrei affrontare con scienziati, ricercatori, istituti di ricerca, imprese e chiunque sia interessato», ha aggiunto.

Un settore già individuato quale fulcro per il dialogo sulla ricerca è quello relativo alle risorse umane. «Dobbiamo far emergere i talenti che sono già presenti in
Austria», ha affermato Johannes Hahn. «Fortunatamente, non cominceremo da zero. L’Austria è già un luogo di ricerca e di lavoro molto attraente. Inoltre, molti giovani
talenti stanno tornando dall’estero, in quanto trovano nel nostro paese le condizioni ideali. La fuga di cervelli non è a senso unico.»

Un altro obiettivo è quello di aumentare il livello della spesa per la ricerca al 3% del PIL. «Particolare enfasi viene posta sulla ricerca di base, che costituisce il punto di
partenza per le attività di ricerca e sviluppo di un paese», ha commentato Johannes Hahn.

Secondo il sito web del dialogo sulla ricerca, gli argomenti scelti per il dibattito verranno proposti attraverso una videoconferenza on line, che permetterà alle persone di formulare
domande e osservazioni in tempo reale.

Lo stesso governo austriaco si è posto l’obiettivo di diventare, entro il 2015, una delle società basate sulla conoscenza più competitive d’Europa. Tuttavia, una recente
indagine che ha coinvolto 1 000 austriaci ha rivelato che la loro conoscenza riguardo allo scenario di ricerca austriaco era relativamente scarsa. La maggior parte degli interpellati non
è stata in grado di fare il nome di uno scienziato austriaco di fama.

«Dobbiamo rendere più popolari la ricerca e i suoi risultati», ha dichiarato Johannes Hahn. «Abbiamo bisogno di personalità che diano un volto alla
ricerca.» A questo proposito, Johannes Hahn ha rivelato che vorrebbe vedere un austriaco vincere il Premio Nobel entro i prossimi 10 anni.

Il governo sta inoltre prendendo iniziative intese a sensibilizzare i cittadini riguardo all’andamento della ricerca nel loro paese. Sono già stati istituiti e avviati programmi per
coinvolgere i giovani in progetti di ricerca e sono in corso piani intesi a creare nuove iniziative rivolte al grande pubblico.

Leggi Anche
Scrivi un commento