Latte, gli agricoltori: “Insoddisfacente la proposta dell’industria”

Latte, gli agricoltori: “Insoddisfacente la proposta dell’industria”

La proposta dell’industria riguardo al latte è “Del tutto insoddisfacente”.

Questo il messaggio di Confagricoltura Lombardia, Coldiretti Lombardia e Cia Lombardia riguardo alla proposta di acquistare il latte a 0,4 €/litro, avanzata da Italatte ed altri gruppi.

Secondo le Organizzazioni, tale proposta “Non tiene in alcun conto gli ulteriori aumenti dei costi di produzione a cui gli allevatori sono stati esposti in questi ultimi mesi e che, proprio in
conseguenza di tali aumenti, non è in grado di retribuire adeguatamente le nostre aziende che, nonostante le condizioni contingenti, continuano a fornire alle industrie di trasformazione
un prodotto di elevata qualità e di assoluta garanzia su un piano sanitario”.

In particolare, gli agricoltori denunciano la mancanza di considerazioni di fattori mutati: le quotazioni del burro, delle polveri di latte e le fluttuazioni del mercato lattiero-caseario
internazionale. Detto questo, i dubbi maggiori sono legati alla rispondenza tra contratti attuali, ispirati al Pacchetto Latte della Comunità Europea e disciplinano il legame
allevatori-ditte.

E, infine, le organizzazioni di allevatori esprimono la loro disapprovazione per la difficoltà di Assolatte a rappresentare gli interessi dell’intero comparto della trasformazione
lattiero-casearia, di cui Italatte e’ una componente rilevante.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento