Last Minute Market: dagli sprechi alle risorse

Last Minute Market: dagli sprechi alle risorse

Last Minute Market, ovvero recuperare le eccedenze alimentari (e non) di supermercati e discount e ridistribuirli alle persone meno abbienti. I prodotti invenduti (vicini alla data di scadenza,
ma ancora salubri e quindi commestibili) vengono trasformati da rifiuti da smaltire a prodotti utili per chi ha basso potere d’acquisto.

L’idea di realizzazione del Last Minute Market prende il via da un progetto interdisciplinare coordinato dal professor Andrea Segrè, attuale preside della Facolta di Agraria di Bologna,
nel 1998: prima parte come attività di ricerca del Dipartimento di Economia e Ingegneria dell’Università di Bologna e successivamente, nel 2003, diventa una realtà
imprenditoriale con iniziative attive sia in Italia che all’Estero.

La sua attività è una sinergia fra mondo universitario e realtà imprenditoriali poiché da una parte offre consulenza riguardo ai progetti di recupero delle
eccedenze, dall’altra è di supporto a progetti innovativi in campo alimentare.

L’attività di consulenza di Last Minute Market si rivolge a:

  • imprese dell’agroalimentare e della distribuzione che vogliono smaltire le eccedenze

  • associazioni ed enti di assistenza che ne vogliono usufruire

  • istituzioni che possono partecipare fattivamente grazie ai benefici ottenuti dalla diminuzione di rifiuti e dall’assistenza ai meno abbienti

Nata nel campo alimentare, oggi si sta sviluppando anche in campo farmaceutico (medicinali) e di recupero di libri destinati al macero (eccedenze di tiratura).

La logica del win-win, indica che ogni attore che ne partecipa ne esce vincitore:

  • il produttore dallo smaltimento dell’eccedenza ha un ritorno economico oltre che di immagine

  • gli enti di assistenza ottengono un aiuto diretto nella fornitura di beni ad un costo accessibile per i meno abbienti

  • le istituzioni guadagnano indirettamente da tutto il processo sia in campo economico che sociale

Andrea Della Rolle

Leggi Anche
Scrivi un commento