La vitamina B stimola il recupero della depressione

La vitamina B stimola il recupero della depressione

La vitamina B (l’intero gruppo) è utile per limitare i sintomi della depressione, specialmente in situazioni particolari, come il recupero dall’ictus.

Questa la conclusione di una ricerca del Western Australian Centre for Health and Ageing, diretta dal dottor Osvaldo Almeida e pubblicata su “Annals of Neurology”.

Gli scienziati sono partiti dalla statistica che sottolinea come “La depressione è comune nei sopravvissuti da ictus: un paziente su tre ne è colpito”.
Allora, la soluzione del team Western Australian è l’assunzione regolare di vitamina B12, B6 e B9 (nota anche come acido folico): in base agli esami, tale procedura combatte i sintomi
depressivi.

Per usare le parole del dottor Almeida, “I sopravvissuti a un ictus che hanno preso quotidianamente acido folico, vitamina B6 e B12 hanno avuto la metà delle probabilità di
diventare depressi”.

Tale azione, continua il medico è legato ai livelli di omocisteina. In caso di depressione, il soggetto presenta alti livelli di questo aminoacido; le vitamina B li abbassa, rendendo
così meno vulnerabili al problema.

Ciò detto, Almeida ricorda come alcuni studi fanno notare come alte dosi di vitamina B favoriscono problemi cardiovascolari: perciò, è sbagliato puntare sulla
medicina-fai-da-te senza consultare uno specialista.

In ogni caso, il gruppo di lavoro ha in programma lavori d’approfondimento.

FONTE: Osvaldo P. Almeida, Kylie Marsh, Helman Alfonso, Leon Flicker, Timothy M.E. Davis and Graeme J. Hankey, “B-vitamins reduce the long-term risk of depression after stroke: The
VITATOPS-DEP trial”, Annals of Neurology, Volume 68, Issue 4, October 2010, Pages: 503-510, Article first published online : 25 OCT 2010, DOI: 10.1002/ana.22189

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento