La Provincia di Grosseto approva un Bilancio di previsione che supera i 122 milioni di euro

Grosseto, 20 Dicembre 2007 – Un Bilancio di previsione 2008 che supera i 122 milioni di euro, quello che il Consiglio Provinciale ha approvato a maggioranza nei termini previsti dalla
normativa, in questo modo si evita il cosiddetto «esercizio provvisorio» e la Provincia già dal primo gennaio 2008 può avviare l’esecuzione degli interventi previsti.

«Pur in un momento di difficoltà per l’economia del Pese e di ristrettezze finanziarie per gli Enti locali, abbiamo scelto anche per il 2008 di non inasprire la pressione
fiscale» spiega l’assessore al Bilancio, Donatella Rapezzi. Infatti non sono state aumentale le aliquote di tasse e tariffe di competenza della Provincia ed è stata confermata la
non applicazione della Tosap, la tassa sui passi carrabili (la relativa delibera è stata approvata in Consiglio all’unanimità) sia per le attività produttive che per le
abitazioni private, rinunciando ad un introito di oltre 1 milione di euro. Inoltre saranno esentati del 90 per cento dell’Imposta di trascrizione gli autoveicoli per i non vedenti e i non
udenti, a testimonianza dell’impegno della Provincia nei confronti delle categorie svantaggiate.
Tuttavia le difficoltà non sono poche: «la partecipazione degli Enti locali all’abbattimento del debito pubblico contrae la capacità di investimento – spiega l’assessore – .
Inoltre la variabilità delle norme della Finanziaria modifica continuamente le regole del gioco, mentre le Amministrazioni locali avrebbero bisogno di una stabilità almeno
triennale per pianificare investimenti e progetti. Un esempio riguarda la Finanziaria in corso di approvazione che ha introdotto il meccanismo della ‘competenza ibrida’. Un sistema che avrebbe
dovuto alleggerire il peso del Patto di stabilità sugli bilanci degli Enti locali e che invece si sta rivelando un ulteriore appesantimento, tant’è che si spera nell’emanazione di
un maxiemendamento correttivo».
Nonostante queste evidenti difficoltà, la Provincia ha elaborato un Bilancio che tiene ben ferma la barra sulle linee strategiche del programma e cerca di dare risposte ai bisogni del
territorio, in coerenza anche con gli strumenti che derivano dalla concertazione come ad esempio il Pasl, e i Patti per lo sviluppo.
Infatti, le spese previste per gli investimenti, superano i 26 milioni e 500 mila euro, mentre le spese correnti ammontano a poco meno di 76 milioni di euro, di cui 26 per cento per il
personale, a conferma dell’impegno per razionalizzare e qualificare lavoro e servizi.
«In questa situazione di criticità abbiamo comunque la possibilità di accedere a mutui per 3 milioni e 527 mila euro – spiega Donatella Rapezzi – che andranno nella
manutenzione ordinaria e straordinaria di immobili e infrastrutture».

Alcuni interventi del Bilancio di Previsione 2008 – Un progetto importante, che rappresenta indubbiamente una leva per lo sviluppo, è quello del cablaggio al quale vengono
destinati 715 mila euro nel 2008, in aggiunta agli oltre 3 milioni già finanziati. Un intervento funzionale anche all’investimento per la Cittadella dello Studente a Grosseto, dove
peraltro è prevista la riapertura della Casa dello studente e dove sono in corso i lavori per il completamento del Magistrale e per mettere in sicurezza la viabilità interna.
L’obiettivo è valorizzare uno spazio destinato alle attività culturali, al tempo libero e a momenti di aggregazione per i giovani.

Alle politiche integrate per l’istruzione, la formazione e il lavoro, per l’inclusione sociale e il sostegno alle categorie svantaggiate, del resto, arrivano dal Fondo sociale europeo (Fse)
alla Provincia risorse per 4 milioni e 333 mila euro nel 2008 (poco meno di 30 milioni per la programmazione 2007-2013).
La promozione del territorio è un’altra voce significativa. Due le iniziative: da una parte l’individuazione, tramite bando pubblico, di un soggetto privato per l’incoming turistico (438
mila euro); dall’altra prosegue l’impegno verso le eccellenze che ha avuto come testimonial la campionessa olimpica Alessandra Sensini (oltre 100 mila euro).
Prosegue inoltre l’impegno della Provincia per i piccoli Comuni, non solo con il fondo per la progettazione di interventi pubblici, ma anche con i due Patti, quello per Castell’Azzara e quello
per Seggiano, che dovranno diventare un metodo di lavoro e di sostegno per altre realtà del territorio. A questa voce, sono stati destinati 85 mila euro nel 2007 e altrettanti nel
2008.
Infine il cogeneratore di Scarlino. La Provincia intende dare seguito agli impegni in merito alla partecipazione al capitale sociale dell’impianto, per il controllo pubblico del cogeneratore a
completamento del ciclo dei rifiuti.

Leggi Anche
Scrivi un commento