La Norvegian Epic: Una città del divertimento nel Mediterraneo

La Norvegian Epic: Una città del divertimento nel Mediterraneo

Il sostantivo mammut è entrato nel linguaggio marinaro in occasione della Guerra del Golfo. Non potendo utilizzare lo Stretto di Suez le compagnie di navigazione vennero nell’ordine d’idee
di far costruire delle enormi navi cisterna che dovendo fare il periplo dell’Africa per raggiungere il Golfo Persico permettessero di contenere i costi del trasporto del petrolio. E’ seguendo
quell’esperienza che da alcuni anni -abbandonati i magnifici transatlantici dove ogni viaggio aveva un qualcosa di magico- anche nel settore passeggeri abbiamo dei mammut, uno più grande
dell’altro: sono delle città galleggianti del divertimento.

La Norvegian Epic coi suoi 18 ponti è una di queste. Costruita appena un anno fa nei cantieri della STX Europe di San Nazaire ha una stazza lorda di quasi 1560 mila tonnellate,
una lunghezza di 329 metri e una larghezza 40; viaggia ad una velocità di crociera di 22 nodi. Può ospitare ben 4100 passeggeri e il suo equipaggio è composto da 1708
membri. Batte bandiera delle Bahamas.

La flotta passeggeri della Norvegian è composta da 11 grandi navi; le più…..vecchie sono state rinnovate -proprio per rispondere alle attuali esigenze dei croceristi- nel 2004.
Si tratta come si vede di navi moderne, anche se non raggiungono il tonnellaggio della Norvegian Epic, che è l’ammiraglia.

Entrando nel dettaglio delle strutture di quest’ultima, va detto subito che ci sono 21 posti di ristorazione dove chi ha dei languori allo stomaco può rifocillarsi cosa che può
fare anche in uno dei 20 tra bar e saloni. Addirittura tra questi c’è anche un ristorante giapponese, da alcuni anni abbastanza ricercati, e un ice bar. Un grande scivolo di colore
giallo e altri due un po più bassi dominano la zona dell’Acqua Park dove ci sono due piscine normali e un’altra per i bambini. Agli amanti dell’idromassaggio non c’è che
l’imbarazzo della scelta tra le sei vasche collocate in vari punti della nave. Addirittura c’è anche una Spice H2.O.

Nell’area Mandara Spa, dove appena t’affacci sei avvolto dal profumo, vengono praticati da personale altamente specializzato massaggi di ogni genere, Dallo “Skindulgent facial” (in otto forme),
al “Muscle melting massage” (fatto in dieci modi), al “Body worship” (di otto specialità), al “Medi Spa” dove viene praticata l’agopuntura per combattere tanti malanni con l’aggiunta di
poter godere anche di trattamenti con cosmetici particolari. Sempre nella Mandara Spa, nel “Comples retreat” vengono praticati sette interventi per rimetterti in forma, ma il discorso riguarda
anche altri metodi dei quali diciamo solo i nomi dei settori: “Men’s Club”; “Pulse Fitness Centar”; “Trend and Kid Spa”; “Spa tips”. Si tratta, come si vede, di una struttura da fare invidia
alle più avanzate Spa dei centri Termali.

Nel centro fitness abbondano le apparecchiature di ogni tipo, che sono a disposizione gratuitamente di chi ama irrobustire il proprio fisico, magari dopo aver preso il sole in uno dei tanti
solarium di questo enorme bastimento che oltre al teatro, con centinaia di posti a disposizione e dove si esibiscono artisti e complessi di fama internazionale, dispone di un Casinò di
prim’ordine con roulette, slot machines e altri giochi nonché di ambienti, quali i club, dove divertirsi o fare relax.

Non passa, potremmo dire, giorno che la pubblicità delle compagnie di navigazione non ci presentino dei “temerari” arrampicati a picco sul mare. Anche la Norvegian Epic ha la sua parete
e con essa il percorso jogging, una bella pista coperta per il bowling, il ping pong, il campo da basket e di pallavolo. Insomma nulla è tralasciato perché chi superata la
scaletta d’imbarco abbia quello che desidera (la nave dispone oltre alle cabine con tanto di terrazzino, di suite di lusso molto spaziose e di “ville familiari”) facendo una vacanza coi
“fiocchi” sapendo che, indovinando i numeri giusti nel giocare alla roulette, quando farà ritorno a terra avrà qualche soldo in più in tasca.

Gli italiani come si sa sono tradizionalisti: a bordo c’è anche il ristorante italiano. E allora sayonara a bordo della Norvegian Epic nel Mare Nostrum e oltre.

La Norvegian Cruise Line in Italia è rappresentata dalla Chiariva di Milano.

Informazioni: Tel 02 80581002

Bruno Breschi
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento