La fiscalità iniqua distrugge la locazione di immobili e tutto il settore

La fiscalità iniqua distrugge la locazione di immobili e tutto il settore

Milano, 16 maggio 2013
Ma perchè si vuole penalizzare il settore immobiliare in Italia? Che disegno c’è sotto?

Vogliamo proprio che ci arrivi addosso un altro Jolly Nero? Il primo ha buttato giù la torre di controllo del porto di Genova e ucciso i suoi occupanti, la prossima nave in arrivo
(leggi Iniquatalia: iniquità fiscale, tributaria, …) ha la potenza di distruggere tutto il porto, buttando a mare tutta l’economia italiana di base e tutti i suoi occupanti.

Chi investe più nel mattone? Dalla prima casa ai grandi proprietari, il mattone sta diventando un debito!
Il Presidente di Assoedilizia, Achille Colombo Clerici, è da tempo che lancia messaggi di allerta. Purtroppo, per ora, sono parole al vento ma bisogna fare presto.
 
Giuseppe Danielli
Direttore di Newsfood.com

Inizio messaggio inoltrato:
Oggetto: Crollo del Mercato Immobiliare – Allarme al Rotary Genova – Achille Colombo Clerici presidente Assoedilizia
Data: 16 maggio 2013 11:08:35 CEST

ASSOEDILIZIA
LA FISCALITA’ DISTRUGGE LA LOCAZIONE DI IMMOBILI

In una conferenza tenuta al Rotary Club di Genova-Ovest, il presidente di Assoedilizia e vicepresidente di Confedilizia Achille Colombo Clerici ha analizzato la politica della casa che, negli
ultimi decenni, ha registrato oscillazioni e squilibri vistosi ( o troppo Stato o troppo mercato) ed una intollerabile pressione fiscale, disorientando investitori, proprietari, utenti.

Così, quando la crisi è arrivata, l’intero comparto si è trovato privo di punti di riferimento.

Anzi, con la possibilità di ulteriori, sconcertanti provvedimenti, in particolare nell’ambito delle locazioni, abitative e non: un settore gia’  stremato da una fiscalità
espropriativa e da una crisi gravissima.

Imu sperimentale con aliquote pesantemente innalzate, coefficienti moltiplicatori delle rendite catastali, riduzione delle deduzioni forfetarie ai fini Irpef : ma anche riforma catastale che
rischia di abbattersi come la tegola esiziale su tutto il comparto immobiliare.

Gli attacchi all’investimento in locazione non cessano: ora si sente persino parlare di abolizione della cedolare secca sulle locazioni, varata solo due anni fa e pertanto non ancora testata;
approvata dal Parlamento bipartisan e ritenuta indispensabile ed urgente .

Ci mancherebbe solo questo.

Se tale provvedimento venisse adottato, avrebbe conseguenze a ricadute gravissime su un settore che svolge una importante e fondamentale funzione sociale e che si e’ visto sempre caricare di
oneri economici, fiscali e sociali altrove in  Europa di competenza dello stato .

Il settore ha visto, dal 2005 ad oggi (ovvero in soli 8 anni) il dimezzamento dei canoni d’affitto e la crescita esponenziale degli oneri manutentivi, dello sfitto per mancanza di domanda, delle
mororita’ e delle insolvenze.

Insomma, il comparto delle locazioni è stretto nella morsa di un processo di contrazione  degli attivi da un lato e di notevole innalzamento della tassazione,  delle spese, e dei
pesi conseguenti alla crisi economica in atto, dall’altro.

Occorre ripristinare urgentemente la norma della legge sul federalismo fiscale municipale che prevedeva, per gli immobili locati, il dimezzamento della aliquota Imu.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento