La Cia reggiana ricorda Franco Incerti

Reggio Emilia – Il presidente provinciale Ivan Bertolini, in nome e per conto della Confederazione italiana agricoltori di Reggio Emilia, esprime il cordoglio e la partecipazione di
tutta l’Organizzazione al dolore della famiglia per l’improvvisa scomparsa (avvenuta in circostanze tragiche), di Franco Incerti.

Socio della Cia da lungo tempo, in passato era stato anche componente il Consiglio provinciale dell’Organizzazione, Incerti era un agricoltore conosciuto e stimato, che ha svolto per l’intera
sua esistenza con passione e competenza il proprio lavoro. Bertolini ricorda in particolare come la realizzazione della nuova stalla, nella quale purtroppo ha trovato la morte, era per lui la
realizzazione di un sogno, avvenuta tra l’altro in età non più tanto verde. Aveva anche saputo superare i problemi connessi con una grave malattia tumorale, per fare ritorno alla
piena attività in campagna ed in allevamento. Incerti va ricordato inoltre come un leader tra gli agricoltori della propria zona, e questo è dimostrato dal fatto che gli fosse
stata affidata la presidenza della latteria di cui era socio.

Imprenditore capace ma anche appassionato del proprio lavoro, la sua passione per l’allevamento si era espressa anche nel ruolo importante che aveva svolto, da autentico pioniere, nel recupero
e nella valorizzazione dei bovini dell’antica razza Rossa Reggiana; in questo contesto il suo contributo di lavoro e di conoscenza è stato di grande rilievo, essendo stato tra i primi a
rilanciarne l’allevamento e tra i fondatori dell’associazione che ne conserva la tradizione.

La Cia di Reggio Emilia lo ricorda con affetto.

Leggi Anche
Scrivi un commento