La Cassazione inaugura l'Anno Giudiziario

In un’atmosfera ancora calda per lo scontro politico sulla crisi di governo, alla presenza del capo dello Stato Giorgio Napolitano è stato inaugurato oggi in Cassazione a Roma l’Anno
Giudiziario, il Primo presidente Vincenzo Carbone ha dichiarato che i magistrati devono essere pronti a reagire alle intimidazioni ma ha detto basta ai processi mediatici che turbano la
serenità e ostacolano la tempestività della Giustizia.

Due le priorità individuate: recuperare la fiducia istituzionale e la funzionalità del servizio. Diretto e senza mezzi termini l’intervento del premier dimissionario Romano
Prodi, presente in veste di ministro della Giustizia ad interim. Prodi ha sottolineato che se l’azione dei giudici non segue la legge è eversione. Dito puntato contro i tempi della
giustizia, ancora troppo lunghi. Prodi infine ha sottolineato che le violazioni penali dei politici non sono giustificabili.

Leggi Anche
Scrivi un commento