La BBC incontra l’azienda Raffaele d’Angiolillo ad Ascea (SA)

La BBC incontra l’azienda Raffaele d’Angiolillo ad Ascea (SA)

Salerno – Il maiale nero del Cilento approda oltremanica grazie alla BBC. Riflettori anglosassoni puntati
sull’azienda di Raffaele d’Angiolillo nella frazione Terradura di Ascea, un allevamento arrivato direttamente dall’antica Civiltà Eleatica giunto a noi praticamente preservato da
contaminazioni.

Il maiale nero del Cilento: è il maiale più antico del mondo, difatti esso risale al 750 A.C., quando era diffuso nelle aree romane. Si tratta di una specie in via di estinzione
sulla quale esiste un monitoraggio severo per evitare le consanguineità.

D’Angiolillo pratica un allevamento allo stato semibrado tra querceti e piante di fico bianco, in un’azienda di oltre 5 ha sulla collina dal fascino senza tempo di Elea, la patria di Parmenide
e Zenone, in un  magico scenario, tra il verde della collina della valle di Velia l’azzurro del cielo ed il blu intenso del mare del Cilento. Le ghiande sono il principale nutrimento dei
maiali che ne caratterizza lardo e carni marezzate tenere, compatte e saporite che si prestano ad una sapiente trasformazione in prelibati salumi.

Un riconoscimento dunque all’azienda di D’Angiolillo imprenditore agricolo che da sempre caratterizza il suo impegno nella ricerca ed affermazione delle biodiversità del suo territorio,
attraverso il maiale nero, il fico bianco, i legumi, autentiche risorse che per la loro unicità rappresentano una delle maggiori ricchezze del Cilento.

Aniello Ascolese,
Direttore Coldiretti Salerno

Leggi Anche
Scrivi un commento