La 9° edizione di VinidAmare si terrà a Camogli il 7 maggio 2012

La 9° edizione di VinidAmare si terrà a Camogli il 7 maggio 2012

Chiavari, 2 maggio 2012
Anche quest’anno  l’Associazione Italiana Sommelier Liguria, d’intesa con il Comune di Camogli e con la collaborazione dell’Enoteca Regionale della Liguria, della Regione Liguria e
dell’Unioncamere Liguria organizza, nella magnifica cornice del Golfo Paradiso,  l’appuntamento con i produttori liguri, per la presentazione e la diffusione dei loro prodotti.  

La manifestazione, grazie al crescente successo delle scorse edizioni, mira a confermarsi come vetrina completa della produzione vitivinicola ligure, le cui eccellenze si sono messe in
particolare risalto nel corso del recente Vinitaly.
L’appuntamento a cena dell’educ-tour del 1° maggio riservato per l’occasione ad un ristretto gruppo di giornalisti della stampa specializzata, è stato al Lord Nelson di Chiavari, fiore
all’occhiello della ristorazione nella riviera del Levante e portavoce di una tradizione frutto di conoscenza e professionalità. Peculiarità di rilievo del locale è
sicuramente la cantina, vero e proprio tempio per intenditori, deposito  di eccellenza e qualità.

Un breve quanto interessante laboratorio di formazione itinerante sui vini liguri, una escalation di sapori e profumi  destinati alla degustazione di alcuni vini di nicchia, numeri limitati
e talvolta unici quali la  “cuvée Abissi” dell’Azienda “Bisson”  affinato  a circa 60 metri di profondità nel mare della Riserva Naturale  di Portofino, un’area
marina protetta ed oggi forziere della punta di diamante del produttore Piero Lugano, deus  ex-machina dell’azienda vitivinicola chiavarese.

Fu un colpo di genio, lo ammetto – precisa Lugano –  e non nego che abbia superato ogni mia ragionevole aspettativa. Dopo un’attenta analisi ho appurato che l’ambiente marino fosse 
quanto meno idoneo per arrivare ad ottenere  un prodotto di altissima qualità: ricorrono i 15° gradi di temperatura, la penombra, senza contare che il leggero dondolio causato
dalle correnti permette di mantenere in sospensione le fecce nobili. Ogni bottiglia diventa così un pezzo unico se si considera che durante la permanenza subacquea subisce la presenza di
crostacei ed altri “abitanti” marini i quali arrivano a ricoprirne la superficie del vetro.

Una serata capace di delizie, grazie anche alla sapiente brigata di cucina capitanata dalla  chef Greta Merciani, una ragazza giovane e di talento.
La conferenza stampa, organizzata presso il Palazzo Ducale di Genova, è stata anticipata dalla visita alle vigne di Daniele Parma titolare dell’Azienda La Ricolla, nell’incantevole
scenario della medioevale Abbazia dei Fieschi di San Salvatore di Cogorno. La sua produzione spazia dalla tradizionale Bianchetta genovese al Vermentino, per i bianchi,  per arrivare ad un
uvaggio ottenuto dai rossi Ciliegiolo e Sangiovese.
La presentazione di Vinidamare 2012 ai media  è stata curata dal suo fondatore l’Avv. Pierfranco Schiaffino, Presidente del Comitato organizzatore e delegato regionale agli eventi
dell’Associazione Italiana Sommelier, dal Presidente dell’A.I.S Liguria Alex Molinari, dall’Assessore al Turismo di Camogli ,Elisabetta Caviglia e da Marco Capurro per il dipartimento Agricoltura
Regionale Liguria, presenti  Luca Fontana, Direttore del Compartimento Agricoltura della Regione Liguria e dalla segreteria dell ‘Assessore Regionale Barbagallo.

Marco Capurro: ” L’edizione di quest’anno vede una collaborazione sempre più stretta tra la Regione Liguria e l’A.I.S ,laddove i proposti comuni mirano a sviluppare la crescita e la
diffusione del vino ligure oltre i confini regionali e portarli a livello mondiale, eccellenze di piccoli produttori che hanno saputo porsi ai massimi livelli ed è in questo contesto che
il ruolo di VinidAmare è determinante per uno sviluppo della Regione Liguria trascinando quello del settore Turismo enogastronomico ligure ad un alto target di qualità.

L’appuntamento dunque è fissato per lunedi 7 maggio nei saloni dell’Hotel Cenobio dei Dogi nella cornice del Golfo Paradiso a Camogli, vera perla della Liguria, dove peraltro si
terranno  il Concorso per il Migliore Sommelier della Liguria ed il Premio Internazionale Excellence.

Il tour si è concluso presso la storica Osteria Luchin (inaugurata nel 1907), una delle più antiche locande della Liguria da sempre nel carrugio di Chiavari.  Luchin, nel corso
degli anni,  e delle generazioni che si sono succedute nella conduzione del locale ha visto transitare personaggi famosi e non alla ricerca della sua irripetibile farinata o delle
classicissime trofie al pesto anziché della cima alla genovese. Piatti della tradizione ligure riproposti nella loro più completa autenticità.
 
Tommaso Chiarella    
per Newsfood.com

*CHI E’ ALEX MOLINARI

Alex Molinari, nasce a Chiavari (Genova) il 13 marzo del 1972 dove da subito respira l’aria della grande ristorazione e del bere bene alla scuola del padre, Angelo Molinari, uno dei grandi
Capi Barman AIBES conosciuto e stimato sia in Italia che all’estero.

A soli sette anni chiede come regalo di compleanno una “divisa” per poter lavorare nel ristorante di famiglia, il Lord Nelson Pub, tra i primi locali in Liguria a ricevere, negli anni
settanta, l’ambito riconoscimento della Stella Michelin.

Quello che iniziò quasi come un gioco divenne, con il passare degli anni, una palestra dove Alex Molinari, attraverso il contatto con affermati collaboratori da un lato e una clientela
di livello internazionale dall’altro, ha avuto modo di formarsi e crescere diventando oggi un professionista del settore conosciuto e stimato.

Frequenta in giovane età sia i corsi AIBES che quelli A.I.S. (1989) dedicandosi poi però in modo preminente all’approfondimento del mondo del vino e dell’enogastronomia in
generale.

Consegue quindi la qualifica di Sommelier prima e prosegue poi il suo percorso formativo all’interno dell’Associazione Italiana Sommelier diventando Sommelier Professionista, Degustatore
Ufficiale, Direttore ai Corsi, Relatore e frequentando seminari sulla Comunicazione e sulle Tecniche di Servizio.

Dal 2006 al 2010 viene chiamato a ricoprire l’incarico di Delegato del Tigullio – Promontorio di Portofino.
In questi anni consolida e prosegue l’importante lavoro intrapreso dal suo predecessore e collega Sommelier Pierfranco Schiaffino, incrementando sempre più il numero di degustazioni
didattiche, visite studio ad aziende vitivinicole e incontri con importanti produttori italiani.

Nel 2010, sostenuto da un gruppo di colleghi liguri, viene eletto con ampio consenso alla guida dell’Associazione Italiana Sommelier Liguria.
La sua attività di Presidente si è ad oggi contraddistinta per aver fortemente rinnovato l’immagine di A.I.S. Liguria attraverso l’adozione di una nuove e più dinamica
forma di comunicazione, per aver creato nuove ed importanti occasioni di crescita per gli associati (vedi i numerosi seminari e corsi per Sommelier organizzati negli ultimi due anni) e per aver
stretto importanti legami con le istituzioni locali.

Uno degli obiettivo principali della sua presidenza rimane però quello della promozione dei vini e delle eccellenze enogastronomiche liguri dentro e fuori dai confini sia regionali che
nazionali.

A testimonianza di ciò vi sono il nuovo e più professionale apporto dato alla realizzazione dell’ultima edizione del Vinitaly di Verona per quanto riguarda la Liguria,
l’importante cambiamento impresso alla manifestazione Vinidamare volto a consacrare definitivamente questo evento come l’appuntamento dei vini liguri per eccellenza e l’organizzazione del
Concorso per il Miglior Sommelier di Liguria riservato ai professionisti liguri della sommellerie.

Alex Molinari è altresì membro di associazioni di categoria come l’ORPI (Ordine Ristoratori Professionisti Italiani), Chaine des Rotisseurs (Associazione Mondiale della
Gastronomia), Ordre Mondial des Gourmets Degustateurs ed è da alcuni anni consulente di Msc Crociere.

Tra le sue più importanti esperienze lavorative degli ultimi anni vi sono il servizio prestato nel 2001 alla cena di gala offerta dall’allora Presidente della Repubblica On. Carlo
Azeglio Ciampi ai Capi di Stato e di Governo in occasione del G8 di Genova e il servizio prestato alla cena privata tenutasi presso il Santuario della Madonna della Guardia a Genova in onore
della visita pastorale di Sua Santità Benedetto XVI in Liguria.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento