Kosovo, Mantica (AN): rinvio indipendenza segnale per soluzione condivisa

«Ci auguriamo che sia un segnale perché la trattativa continui e si possa giungere ad una soluzione condivisa con la Serbia», così il Senatore Alfredo Mantica,
vicepresidente del gruppo di Alleanza nazionale e vicepresidente della Commissione Esteri del Senato, commenta il fatto che oggi il Kosovo non abbia dichiarato la sua indipendenza, rinviandola
di qualche tempo.

«Non nascondiamo tutta la preoccupazione per lo scenario che si va preparando. L’Unione Europea si dice pronta a riconoscere l’indipendenza del Kosovo, vista l’impossibilità di
contrastare tale decisione, la Nato però sta per rafforzare la presenza militare nell’area a dimostrazione della delicatezza della situazione. E allora occorre chiedersi quali saranno le
regole d’ingaggio perché le forze Nato si potrebbero trovare ad affrontare varie situazioni: dall’Uck intenzionato a controllare interamente il territorio fino a forze armate irregolari
serbe o addirittura entrambe, per non parlare del possibile intervento ufficiale dell’esercito serbo. Scenari davvero inquietanti da evitare in ogni modo».

Leggi Anche
Scrivi un commento