Ippica: Per ripartire serve una riforma strutturale

Ippica: Per ripartire serve una riforma strutturale

“Per L’Unire il mantenimento dello status quo è improponibile, soprattutto l’Unire è una cosa e il mondo dell’ippica, quello che mi sta a cuore, è un’altra. C’é
bisogno di riformare pesantemente il settore per consentirgli di vivere”.

Lo afferma il ministro delle Politiche agricole, Giancarlo Galan, a margine dell’audizione svolta in Commissione agricoltura alla Camera.   

Galan spiega che ci sono due ipotesi di ristrutturazione dell’Unire, in stato di commissariamento e con un passivo di bilancio che veleggia oltre i 200 milioni di euro per il 2010, “una è
di intervenire sul piano legislativo – osserva il ministro – con un decreto legge che preveda la gestione delle scommesse da parte del ministero dell’Economia, mentre l’Unire sarebbe dedicato
agli eventi ippici. Poi c’é l’altra ipotesi di varare comunque un bilancio 2010 che naturalmente determinerebbe drastiche riduzioni di entrate al mondo dell’ippica”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento