Inps, Estensione del trattamento di integrazione salariale straordinaria e del trattamento di mobilità al personale dei vettori aerei

 

L’Inps, con circolare n. 73 dell’11 luglio 2008, ha fornito informazioni sull’estensione del trattamento di integrazione salariale straordinaria e trattamento di mobilità
al personale, anche navigante, dei vettori aerei e delle società da questi derivanti a seguito di processi di riorganizzazione o trasformazioni societarie.

L’art.1-bis della legge 3 dicembre 2004 n. 291, infatti, ha previsto che in caso di crisi occupazionale, di ristrutturazione aziendale, di riduzione o trasformazione di attività
il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali possa concedere, sulla base di specifici accordi in sede governativa, il trattamento di integrazione salariale straordinaria per 24
mesi. I dipendenti delle suddette imprese, inoltre, a partire dal 1 gennaio 2005 possono essere ammessi al trattamento di mobilità.

L’Inps ha precisato che solo in presenza di preventiva comunicazione all’Istituto, il lavoratore potrà godere della possibilità di cumulare, anche parzialmente,
il reddito da lavoro con il trattamento di integrazione salariale percepito, o, nel caso di trattamento di mobilità, di esperire la facoltà di svolgere attività di
lavoro subordinato, a tempo parziale, o a tempo determinato, mantenendo l’iscrizione nella lista di mobilità, ma con la sospensione della relativa indennità. 

Inps, circolare n. 73 dell’11 luglio 2008

Leggi Anche
Scrivi un commento