Nutrimento & nutriMENTE

Influenza A. Oggi il vertice straordinario dei ministri UE

Influenza A. Oggi il vertice straordinario dei ministri UE

By Redazione

L’Unione Europea si attiva contro l’influenza A. Inizia oggi in Lussemburgo il vertice straordinario dei ministri della sanità UE; nel corso della riunione i politici dovranno discutere
della disponibilità dei vaccini, delle misure per offrire al pubblico un’informazione corretta e delle misure di coordinamento (europeo e nazionale) per contrastare al meglio la
pandemia.

Spiega un portavoce della Commissione Europea: ” Un coordinamento e’ ora necessario tra diversi settori e Stati membri, a livello comunitario, nazionale, regionale e locale per contenere le
ripercussioni di una pandemia influenzale sulla società.” Il fine è quello di contenere gli aspetti economici e sociali della pandemia, con delle ripercussioni legate tra l’altro
all’assenteismo ed alla malattia.

Va comunque rilevato come l’UE si sia già mossa contro il virus H1N1. Sono state già approvate misure per sveltire l’autorizzazione e l’immissione sul mercato dei vaccini contro
l’influenza A, sia presso gli stati membri che presso l’Agenzia Europea per i Farmaci (EMEA). Le autorità fanno notare come sia attivo “Un monitoraggio di farmacovigilanza garantisce una
valutazione continua della sicurezza e dell’efficacia di tal medicinali. Nel caso di autorizzazioni nazionali spetta invece agli stati membri decidere un’eventuale accelerazione della
valutazione e della procedura normativa”.

La Svezia (Presidente di turno) ha poi chiesto alla Commissione di istituire un meccanismo di sostegno per la distribuzione del vaccino agli Stati interessati.
Tale sistema si baserà su un pacchetto di gare d’appalto nazionali da portare avanti simultaneamente o in blocco. Inoltre, vista che i limiti di produzione,quantomeno a breve termine,
è previsto anche un meccanismo di solidarietà’ per aiutare gli Stati membri nel reperimento dei vaccini, ma anche i Paesi in via di sviluppo.

I politici di Bruxelles hanno poi elaborato una serie di linee-guida: la comune definizione dei casi, l’estensione del sistema di sorveglianza per identificare nuovi casi nell’UE, le
raccomandazioni per chi intende viaggiare nelle aree colpite o chi ne proviene.

Infine, forse il nocciolo del problema, le strategie di vaccinazione.

Sull’argomento, la Commissione fa sapere come “I costi legati all’incertezza economica associata alla pandemia, in particolare in questi tempi di difficoltà’ economiche, possono
rallentare la fragile ripresa. (La Commissione) sta considerando la possibilità’ di rafforzare la collaborazione intersettoriale e multisettoriale per tentare di attenuare gli effetti
più’ generali dell’attuale pandemia”, tra i quali “Un calo della produttività’, un calo della mobilita’ transfrontaliera di persone e merci, la crescita di domanda di cure mediche
ed ospedaliere, gli sforzi non coordinati dei singoli cittadini per evitare il contagio”.

Matteo Clerici

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: