Indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati

L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato al netto dei tabacchi, nel mese di giugno 2008 è stato pari a 134,8, con una variazione di
più 0,4 per cento rispetto a maggio e una variazione di più 3,8 per cento rispetto a giugno 2007.

Lo stesso indice calcolato per la città di Trento è risultato nel mese di giugno 2008 pari a 130,6, con una variazione di più 0,5 per cento rispetto a
maggio e una variazione di più 3,7 per cento rispetto a giugno 2007.

A livello nazionale il capitolo che ha fatto registrare la variazione congiunturale più consistente è stato quello dei Trasporti, con un incremento dell’1,5 per cento
tra maggio e giugno 2008. Anche a livello locale il capitolo dei Trasporti ha fatto segnare l’incremento congiunturale più elevato, pari all’1,7%.

Gli incrementi tendenziali (variazione tra giugno 2008 e giugno 2007) più elevati si sono registrati a livello nazionale nei capitoli Trasporti (più 6,8 per cento),
Abitazione, acqua, elettricità e combustibili (più 6,5 per cento) e Prodotti alimentari e bevande analcoliche (più 6,1 per cento); una variazione
tendenziale negativa si è verificata nel capitolo Comunicazioni (meno 2,5 per cento).

Per la città di Trento le variazioni tendenziali più significative riguardano i capitoli Abitazione, acqua, elettricità e combustibili (più
9,7 per cento), Trasporti (più 7,3 per cento), e Prodotti alimentari e bevande analcoliche (più 6,8 per cento); variazioni tendenziali negative si sono registrate nei
capitoli Comunicazioni (meno 2,5 per cento), Abbigliamento e calzature (meno 1,5 per cento), Ricreazione, spettacoli e cultura (meno 1,2 per cento) e Servizi sanitari e spese per la salute
(meno 0,7 per cento).

Il consistente incremento della variazione tendenziale dell’indice generale per la città di Trento tra il mese di maggio e di giugno 2008, passata dal 2,1 per cento al 3,7 per
cento è solo in parte imputabile all’incremento dei prezzi registrato nel medesimo periodo. La quota più consistente di tale variazione è da ricondurre ad
un fattore di tipo tecnico, legato al fatto che il mese di giugno 2008 viene confrontato con il corrispondente mese del 2007, particolarmente basso, per effetto di una significativa riduzione
registrata in quel mese dell’indice del capitolo Alberghi e pubblici esercizi (riduzione dei costi sostenuti per i pasti consumati fuori casa).

E’ probabile che questo effetto si ripercuota nel calcolo delle variazioni tendenziali della città di Trento ancora per alcuni mesi, prima di essere completamente annullato.

Leggi Anche
Scrivi un commento