Indebitamento della PA: deficit ai minimi storici

Nei primi nove mesi del 2007 l’indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche è risultato pari all’1,3% del Pil, lo ha reso noto l’Istat che, nel Conto Economico Trimestrale
relativo al terzo trimestre del 2007, ha sottolineato come il deficit sia calato del -1% rispetto al 2006 e come abbia raggiunto il risultato più basso negli ultimi 9 anni.

L’Istat, comunque, ha sottolineato che, nel confronto tra il 2006 ed il 2007, è necessario tener conto del fatto che nel terzo trimestre 2006 sono stati contabilizzati nelle altre uscite
in conto capitale i rimborsi inerenti alla detraibilità dell’Iva conseguenti alla sentenza del 14 settembre 2006 della Corte di Giustizia europea (di importo stimato pari a 15.982
milioni di euro).
Inoltre, nei primi 9 mesi del 2007, il saldo corrente in rapporto al Pil è risultato positivo ed è stato pari all’1,7% ( 0,8% rispetto al corrispondente periodo del 2006).

L’Istat ha rilevato che nello stesso periodo sono aumentate intermini tendenziali anche le entrate totali ( 7,2%), con un’incidenza sul Pil del 43,7% (contro il 42,7% del trimestre
corrispondente nel 2006).
A causa della contabilizzazione dei rimborsi inerenti alla detraibilità dell’Iva, inoltre, nel terzo trimestre del 2007 le uscite totali sono diminuite in termini tendenziali (-5,5%) ed
il loro valore in rapporto al Pil è stato pari al 44,2% (contro il 48,9% del trimestre corrispondente nel 2006).

Leggi Anche
Scrivi un commento