Inaugurato il piazzale dello Stadio Meazza ad Angelo Moratti

Milano, 5 novembre 2007 – “Milano ricorda oggi con affetto Angelo Moratti, che nella sua vita operosa di innovatore ha reso grande la nostra città”, con queste parole l’assessore
alla Cultura Vittorio Sgarbi ha dato inizio alla cerimonia di intitolazione del piazzale antistante lo Stadio Meazza ad Angelo Moratti (Industriale, 1909 – 1981).

Alla commemorazione erano presenti il Sindaco e i figli di Angelo Moratti:
Gianmarco, Massimo con la moglie Milly e le sorelle Adriana, Bedy e Gioia.

“Angelo Moratti è nato nello stesso anno in cui è venuto alla luce il Futurismo che nei suoi valori fondanti di tecnologia, impresa e futuro rispecchia perfettamente lo slancio
innovatore e ‘la capacità di vedere il futuro’ di questo grande imprenditore milanese”, ha detto l’assessore Sgarbi.

“Il ricordo di Angelo Moratti – ha aggiunto – ricorre quest’anno in coincidenza con il centenario della nascita di sua moglie Erminia che, prima tifosa dell’ Inter, gli ha ispirato la grande
passione per questa squadra”.

“Riconoscendo la peculiarità di Milano come capitale dell’impresa – ha concluso l’assessore alla Cultura -, il Comune con la cerimonia di oggi apre la strada ad una serie di
intitolazioni di luoghi dedicati a imprenditori che, come Angelo Moratti, hanno reso grande la nostra città”.

Alla cerimonia sono intervenuti inoltre il Presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri, il Prefetto Gian Valerio Lombardi e alcuni ex giocatori dell’Inter, tra cui Mario Corso, Angelo
Domenghini, Aristide Guarneri, Spartaco Landini, Sandro Mazzola e Luisito Suarez.

Leggi Anche
Scrivi un commento