In Valtellina nasce il sistema bibliotecario

Milano – La Giunta della Regione, su proposta dell’assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, Massimo Zanello, ha approvato l’istituzione del sistema
bibliotecario della Valtellina e della Provincia di Sondrio.

Ne fanno parte i Comuni di Albaredo con San Marco, Aprica, Bema, Berbenno di Valtellina, Bianzone, Caspoggio, Castello dell’Acqua, Chiesa in Valmalenco, Chiuro, Cino, Colorina, Cosio
Valtellino, Delebio, Faedo Valtellino, Gerola Alta, Grosio, Grosotto, Lanzada, Lovero, Mazzo di Valtellina, Morbegno, Montagna in Valtellina, Piateda, Ponte in Valtellina, Postalesio, Rasura,
Sernio, Sondrio, Spriana, Talamona, Teglio, Tirano, Torre di Santa Maria, Tovo di Sant’Agata, Tresivio, Val Masino, Vervio, Villa di Tirano, Unione delle Orobie (Comuni di Albosaggia, Caiolo,
Cedrasco, Fusine).

Compiti dei sistemi bibliotecari sono il coordinamento dei programmi delle biblioteche associate, il coordinamento delle acquisizioni di materiale librario e documentario anche attraverso forme
di acquisto centralizzate, l’organizzazione e gestione comune dei servizi e delle iniziative culturali, ecc.

Leggi Anche
Scrivi un commento