In Libano accordo per uscire dalla crisi

La maggioranza anti-siriana e l’opposizione guidata dal movimento sciita Hezbollah hanno trovato un accordo per disinnescare le violenze che hanno infiammato il Libano nei giorni scorsi,
l’annuncio è stato dato dal premier del Qatar al Thani, che guida la delegazione della Lega Araba e che ha condotto la mediazione tra le parti in lotta a Beirut.

L’accordo, in sei punti, prevede tra l’altro il ritiro dei blocchi stradali armati, la definizione di una nuova legge elettorale e l’avvio di un «dialogo nazionale» per concordare
la formazione di un governo di unità nazionale. Già domani a Doha, in Qatar, anti-siriani e Hezbollah si vedranno per avviare il percorso. Intanto un primo risultato della tregua
ha avuto un riscontri immediato: lo sblocco del traffico aereo all’aeroporto internazionale di Beirut, paralizzato dall’8 maggio scorso.

Leggi Anche
Scrivi un commento